fbpx

Lavoratori precari e vincitori e idonei concorso Ripam Puglia

Print Friendly, PDF & Email
Colonna: “Regione continui a lavorare per definire posizioni”
Il Presidente del Gruppo consiliare “Noi a Sinistra per la Puglia”, Enzo Colonna ha diffuso la seguente nota:
“È necessario continuare a lavorare su più fronti per stabilizzare i cosiddetti ‘precari storici’ della Regione e sbloccare le posizioni di vincitori non ancora assunti e idonei del concorso Ripam Puglia.
Quanto ai primi sono di fondamentale importanza le disposizioni previste dal recente piano straordinario per il ‘superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni’, varato qualche giorno fa dal Consiglio dei ministri con l’approvazione definitiva del decreto legislativo predisposto dalla Ministra Madia. Tale decreto consente alle pubbliche amministrazioni, spostando la quota di spesa dal personale precario a quello stabile, di assumere a tempo indeterminato nel triennio 2018-2010, sulla base del loro fabbisogno, quanti abbiano maturato, entro il 31 dicembre di quest’anno, un’anzianità di servizio di almeno tre anni (negli ultimi otto) alle dipendenze anche di più amministrazioni.
Occorre pertanto che, una volta pubblicato il decreto, la Regione aggiorni tempestivamente la programmazione del proprio fabbisogno di personale su base triennale e avvii le procedure, non condizionate dai rigidi limiti assunzionali parametrati in base al turn-over, per un piano di stabilizzazione dei precari storici dell’Ente.
In merito al concorso Ripam Puglia, bandito dalla Regione nel marzo 2014 per selezionare 200 funzionari (tra amministrativi e tecnici) da inserire nel proprio organico vi sono già alcuni riscontri alle iniziative che più volte ho sollecitato, anche mediante una interrogazione di alcune settimane fa diretta all’Assessore al Personale, Antonio Nunziante.
Dalla risposta scritta che mi è pervenuta nei giorni scorsi emerge infatti che la Regione sta già operando per sbloccare le posizioni ancora pendenti. Ad oggi sono state assunte 94 unità attingendo alla graduatoria Ripam (30 di profilo tecnico e 64 di profilo amministrativo, di cui 2 riservate alle categorie protette ai sensi della Legge 68/99), il cui scorrimento, per via della rinuncia di alcuni candidati, è giunto alla posizione 106. L’Assessore Nunziante, premettendo che la Puglia ha perseguito gli obiettivi di pareggio di bilancio per il 2016, ha assicurato che si potrà procedere ad assumere personale attingendo dalla graduatoria dei vincitori dopo l’approvazione del Rendiconto 2016 e del piano triennale e annuale delle assunzioni. Tali assunzioni, tuttavia, potranno effettuarsi nei limiti della percentuale di soglia del turn over del 25% attualmente imposta alle regioni.
In merito, come avevo sollecitato da tempo, la Regione ha messo in campo iniziative, in particolare nel contesto della conferenza Stato–Regioni, finalizzate a modificare il recente decreto legge n. 50/2017 che ha limitato ai soli Comuni l’innalzamento della soglia di turn over al 75%. L’obiettivo è quello di estendere questa previsione anche alle Regioni o almeno a favore di quelle, come la Puglia, che abbiano rispettato i vincoli di pareggio di bilancio. Se queste modifiche dovessero essere accolte nel corso dell’iter parlamentare di conversione del decreto legge, la situazione dei vincitori non ancora assunti del concorso Ripam Puglia si potrebbe sbloccare in modo definitivo e per tutti i candidati già da quest’anno.
Alcune buone notizie giungono anche per i candidati risultati idonei allo stesso concorso.
Più volte ho segnalato, anche nella mia interrogazione, che, con il recente Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 aprile 2017, Ministeri, Istituti e Agenzie nazionali sono stati autorizzati ad assumere personale (tra cui figure di funzionari amministrativi e tecnici), anche mediante lo scorrimento delle graduatorie relative a concorsi espletati da altre pubbliche amministrazioni, e ho sollecitato la Regione a promuovere la graduatoria dei candidati idonei del concorso Ripam Puglia presso le stesse amministrazioni centrali, stante anche la non remota scadenza della sua validità (ottobre 2018).
A questo riguardo, nella risposta scritta alla mia interrogazione, l’Assessore riferisce che tale graduatoria è stata messa a disposizione di Agenzie regionali, INPS e Agenzia delle Entrate e che presto essa sarà promossa anche presso le altre amministrazioni centrali recentemente autorizzate ad assumere personale.
Ringrazio l’Assessore Nunziante per la tempestiva ed esaustiva risposta e chiedo che l’impegno della Regione prosegua, sia questo fronte che su quello della definizione delle posizioni dei lavoratori precari dell’Ente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/05/23/lavoratori-precari-e-vincitori-e-idonei-concorso-ripam-puglia
Twitter