fbpx

Figuli, la notte dei fischietti e degli amuleti

RUTIGLIANO – Sabato 24 e Domenica 25 giugno, nel centro storico di Rutigliano, si terrà la prima edizione di Figuli, la notte dei fischietti e degli amuleti!

https://www.facebook.com/figulirutigliano/

Figuli scardina il tempo e fa vivere simultaneamente passato, presente e futuro. Lo sviluppo della tradizione figulina avviene attraverso la valorizzazione delle botteghe degli artigiani, lavoratori della terracotta e modellatori di creazioni davvero uniche al mondo. Il richiamo a godersi il presente è forte per mezzo dell’esortazione ai piaceri della vita, dunque non mancheranno musica, gastronomia e altre meraviglie.

Figuli contrasta l’oraziana “diceria” del «quam minimum credula postero» (confidando il meno possibile nel domani) ed invita gli avventori ad incontrare la sorte rivolgendosi alle cartomanti e all’oracolo, protagonista dello spettacolo teatrale “Sors Immanis” .

Sors Immanis è la rappresentazione scenica della forza che avvicenda i destini dell’uomo. La trama è semplice.

Due fanciulle, rappresentanti del genere umano, giungono in un finto paesaggio rupestre per risvegliare l’oracolo dal sonno perenne.

Egli si concede così nel rispondere a domande circa l’amore, la felicità e la fortuna, alcuni dei più importanti cardini della nostra vita. La sua saggezza dispenserà suggerimenti e riflessioni sull’essere.

In primo piano, il gioco alchemico delle fanciulle nella creazione di amuleti in stagno con l’utilizzo di fuoco ed acqua, da sempre elementi simbolici della passione e della purezza.

Il titolo è l’incipit della seconda sequenza di “O Fortuna” dei Carmina Burana, collezione di poemi scritti fra l’XI e il XII secolo, maggiormente conosciuti con le musiche di Carl Orff.

In un periodo di crisi generale l’uomo avverte la precarietà del futuro, sentendo forte la necessità di interrogare il proprio destino. L’affidarsi al fato e alla superstizione sottolinea la sua fragilità dinanzi all’infinito spirituale, ma l’ambientazione magica e misteriosa ha il compito di alleggerire la scena.

Lo spettacolo vuole dunque puntellare la tradizione culturale con l’analisi individuale ed introspettiva dell’attualità. Non mancano i riferimenti letterari, il coinvolgimento del pubblico e l’improvvisazione degli attori dinanzi alle probabilità che può offrire il teatro di strada.

Chi oserà interrogare l’oracolo e conoscere il proprio destino?

Marica Mancini

Print Friendly, PDF & Email

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/06/23/figuli-la-notte-dei-fischietti-e-degli-amuleti
Twitter