fbpx

4 scrittori e uno stagno

Print Friendly, PDF & Email

MONTESANO SALENTINO  (LE) –  Rossano Astremo, Mannocher Deghati, Antonella Gaeta e Nandu Popu sono i 4 scrittori che domani e lunedì abiteranno Montesano Salentino (LE).

Agli autori è stato chiesto di abitare il territorio, il suo paesaggio, la memoria conservata tra “le strittule” e i monumenti, la dimensione quotidiana del rapporto con i residenti, e di restituirne una descrizione letteraria, ciascuno scrivendo secondo la sua sensibilità, stile, creatività. Il mosaico di racconti sarà pubblicato in occasione della grande festa patronale di San Donato il 6 e 7 agosto.

Saranno i bambini di Montesano domani alle 10:30 ad accogliere gli scrittori davanti al Monumento della Gentilezza per consegnare il kit del viaggiatore interamente realizzato dai piccoli. Un taccuino di viaggio che accompagnerà gli ospiti alla scoperta di PADULA MANCINA, la zona umida recentemente riconosciuta sito di interesse comunitario (area SIC) per la presenza della rarissima Marsillea Strigosa Wild (Marsilea pubescens) specie floreale presente in Italia solo in Sardegna e a Montesano Salentino. Esempio straordinario di biodiversità, lo stagno è sosta stagionale degli uccelli migratori. “Un cerchio d’acqua tra ulivi e canne, spiega Giuseppe Fiorentino, assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici, che sarà oggetto di riqualificazione e valorizzazione ambientale per l’inserimento di Padula Mancina negli itinerari dell’ecoturismo. E’ solo l’inizio di una programmazione strategica che punta a creare una visione urbanistica nuova,  partecipata dalla comunità”. Un programma intenso che coinvolgerà tutta la comunità di Montesano quello realizzato per svelare i tesori materiali e immateriali ai 4 scrittori e ai giornalisti ospiti dell’educational tour finanziato dalla Regione Puglia (POR Puglia, 2014/2020 Asse VI, Azione 6.8). E’ un percorso condiviso con tutte le associazioni operanti sul territorio, afferma Silvana Serrano Sindaco di Montesano.L’incontro delle tematiche di cultura materiale con la Letteratura, l’Arte e la Fotografia, si prospetta come occasione per scandagliare le specificità locali – passate e attuali – oltre che per offrire alla comunità nuovi spunti di riflessione sulla propria identità e, quindi, come contributo alla definizione di politiche di sviluppo sostenibile.

Ideato dalla giornalista Gabriella Della Monaca, il percorso di conoscenza e scoperta del paese è stato realizzato dal Comune di Montesano Salentino in collaborazione con Gruppo La Giornata del Sorriso, Comitato Festa San Donato, Centro Anziani, ProLoco, Protezione Civile montesano, LILT, AVIS, Azione Cattolica, Centro Ascolto, LUG (laboratori urbani giovanili) e SEYF. 

PROGRAMMA

Scrittori e giornalisti, domenica 25 giugno dopo l’incontro con i bambini alle ore 11:00, saranno accompagnati in una visita guidata a Palazzo Bitonti dove incontreranno gli immigrati in attesa di permesso di soggiorno che vivono a Montesano. Alle 13:00 pranzo in Masseria con la presentazione del Cibo di Montesano, selezione di prodotti locali e ricette della tradizione. Alle 18:00 il Gruppo La Giornata del Sorriso, dopo la visita alla casa museo del poeta Silvestro Maglie, accompagnerà gli ospiti, a bordo di un “traino” decorato, a Padula Mancina per l’aperitivo rurale servito sotto una grande quercia  e all’incontro con gli esperti dell’Università del Salento per conoscere le caratteristiche che rendono unico lo stagno.

Domenica sera, alle 20:00, sarà il Centro Anziani e i suoi 100 iscritti a ospitare scrittori e giornalisti per la Cena di Comunità proseguendo il percorso enogastronomico di scoperta dei prodotti locali. Alle 23:00 Ballo di Comunità in piazza e visita guidata notturna sul tetto di Palazzo Bitonti. Lunedì 26 giugno, alle ore 7:00 gli ospiti saranno coinvolti nel Rito del Pane, dalla scelta della farina all’accensione del forno a legna, dalla lenta cottura alla degustazione del pane fresco. Alle 10:00 visita guidata tra Palmenti, Chiesa Madre e Calvario e alle ore 11:00 visita alla Cappella di San Donato e proiezione del documentario del 1965 di Luigi Di Gianni “Il male di San Donato”. Subito dopo gli ospiti incontreranno la famiglia dell’artista Giuseppe Corrado e i fratelli Margarito che nella loro bottega lavorano la pietra leccese. Alle 13:00 il percorso enogastronomico si completa con la proposta del Pranzo della Festa di San Donato, tutti i piatti che non possono mancare nelle case dei montesanesi nei giorni dedicati al patrono. Il viaggio di scrittori e giornalisti si concluderà lunedì con la consegna del taccuino di viaggio che diventerà un libro dal titolo PADULA MANCINA, 4 SCRITTORI E UNO STAGNO. 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/06/24/4-scrittori-e-uno-stagno
Twitter