fbpx

Brasile, il Presidente Temer accusato di corruzione

​Il presidente brasiliano Temer e’ stato formalmente accusato di corruzione dalla procura generale dello Stato, sulla base delle denunce fatte dall’imprenditore pentito Batista.

I magistrati brasiliani hanno presentato richiesta di rinvio a giudizio nei confronti del presidente Michel Temer, una richiesta che se accolta ne farebbe il primo presidente brasiliano in carica ad affrontare un processo penale. Nella richiesta alla Corte suprema, il procuratore generale Rodrigo Janot accusa Temer di aver ricevuto una mazzetta da 500mila reais, circa 150mila dollari, dal numero uno di un’azienda di distribuzione di carni coinvolta in uno scandalo di corruzione. Temer ha reagito dichiarandosi indistruttibile. “Niente ci distruggerà, nè me nè i miei ministri” ha detto al palazzo di Planalto. Per il rinvio a giudizio del presidente davanti alla Corte suprema serve l’autorizzazione dei due terzi dei membri della Camera. Una volta ottenuta Temer sarà sospeso dalle sue funzioni per un massimo di 180 giorni durante il processo. Secondo la procura Temer si sarebbe “avvalso della sua carica di capo dello Stato” per ottenere 500mila reais dal colosso della carne Jbs.

Print Friendly, PDF & Email

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/06/27/brasile-il-presidente-temer-accusato-di-corruzione
Twitter