Morto il conduttore e paroliere paolo limiti, aveva 77 anni

Si terranno oggi nella Chiesa di Santa Maria Goretti a Milano i funerali di Paolo Limiti, conduttore tv e paroliere morto a 77 anni. Addio a che a Luigi Pedrazzi, politologo tra i fondatori della rivista Il Mulino: aveva 89 anni. Lutto anche nel mondo del cinema: morto a 56 anni l’attore svedese Michael Nyqvist, protagonista della trilogia ‘Millennium’. —

Paroliere, conduttore, produttore: un signore della televisione italiana. Paolo LIMITI, dopo un anno di lotta contro il cancro, è scomparso a Milano all’età di 77 anni. A piangerlo è il mondo della tv e dello spettacolo, un mondo dove era entrato giovanissimo (a soli 20 anni, nel 1959 inventò e organizzò la prima edizione dello Zecchino d’Oro, dal quale si distaccò 2 anni più tardi) e che negli anni ha saputo raccontare con garbo ed eleganza con programmi come “Ci vediamo in tv” nato negli anni ’90.

“Con LIMITI – ricorda, infatti, anche la Rai che oggi e domani gli rende omaggio con appuntamenti speciali su Rai Storia e non solo – nasce uno stile di conduzione inedita, dedicata al racconto storico di canzoni, cantanti, divi e dive del grande e piccolo schermo, una Tv della memoria fino allora inedita in Italia”. “Non dimenticherò mai la sua grande passione, lavorava 24 ore al giorno anche in questi ultimi tempi nonostante non fosse in ottime condizioni. Resterà nella storia della nostra musica: se ne va un Signore della Tv italiana” le parole di Pippo Baudo a Radio Monte Carlo. “Ho conosciuto Paolo LIMITI in un momento determinante della sua carriera: eravamo sul treno che ci portava al mio primo Sanremo dove lui partecipava con una delle più belle canzoni della storia di Sanremo, ‘La Voce del Silenzio’ cantata da Dionne Warwick e Tony del Monaco, una canzone bellissima. Si avvicinò a me – ha raccontato Baudo – dicendo che era l’autore dei versi e da allora è nata una profonda amicizia, lui veniva a trovarmi nei suoi spettacoli e io andavo ai suoi”. Per Baudo LIMITIera “un conoscitore attento della storia della musica italiana, aveva un repertorio in testa enorme: conosceva tutto e dispensava queste sue conoscenze con generosità in ogni trasmissione di radio e tv”. “Purtroppo – ha continuato il conduttore – ci stanno lasciando gli uomini che hanno fatto la tv, è la legge del tempo che scorre inesorabile, nel caso di Paolo ci lascia un uomo che ha fatto la storia della musica e del costume italiano, un Signore della Tv”.

Insieme a Baudo anche tanti altri personaggi del mondo dello spettacolo hanno ricordato oggi Paolo LIMITI. Come Simona Ventura che su Facebook ha scritto: “Ciao grande Paolo! Mi mancheranno le tue risate e la tua grande conoscenza”. Sempre dalle pagine Facebook è arrivato il saluto di Barbara D’Urso che ha ricordatoLIMITI come “una delle persone più squisite, generose, eleganti e positive del mondo dello spettacolo. Ha lottato in silenzio e in silenzio se n’è andato, da vero signore quale è sempre stato. Ciao Paolo, ci mancherai”. E poi Cristiano Malgioglio che su Twitter ha sottolineato: “Ci lascia Paolo LIMITI, un autore straordinario e delicato e di grande cultura. Tanto dolore per la sua scomparsa”. “Un grande uomo e artista. Grazie di tutto”, il messaggio, invece, di Mina. E non poteva non ricordarlo oggi la sua ex compagna, Justine Mattera (sono stati sposati dal 2000 al 2002) che su Instagram ha scritto: “A te che mi hai creato una carriera. Che hai creduto in me. Che mi hai amato. Love you”. Chi dice PaoloLIMITI dice infatti anche un grande talent scout. “Grazie per avermi scelta fra tante e di avermi dato la possibilità di lavorare.. Ti porterò sempre nel cuore” è infatti il messaggio lanciato da Facebook da Angela Melillo, showgirl, attrice e ballerina che definisce LIMITI.

Print Friendly, PDF & Email