Eventi&Spettacoli

Massimo Giletti, addio alla Rai: ecco dove andrà

Pare sempre più vicino l’addio di Massimo Giletti alla Rai dopo l’inaspettata chiusura de L’Arena: la decisione presa dai piani alti di Viale Mazzini non trova una spiegazione logica considerato che in 13 anni di vita ha raggiunto ascolti ragguardevoli – circa 4milioni di spettatori in media – e bissato l’auditel della concorrenza su Canale 5 con Domenica Live.
Si era vociferato di una ‘promozione’ per il bel conduttore in prima serata con 12 puntate speciali, ma nel nuovo numero del settimanale Oggi, in edicola da ieri 29 giugno, le ipotesi che circolano sono ben altre: Massimo Giletti è stato uno dei grandissimi assenti dai palinsesti Rai, segno che l’idillio con la tv di Stato potrebbe essere giunto al capolinea dopo mesi di insoddisfazione professionale, ma cosa farà in futuro? Mediaset o La7, questo è il problema…

Chiude l’Arena di Massimo Giletti? Ecco l’indiscrezione sul palinsesto Rai

Manca ancora una certezza ufficiale, ma si fanno sempre più insistenti le voci riguardo a un’importante cambiamento nel palinsesto Rai. A lanciare l’indiscrezione è Tv Blog: “La Rai, per precisa scelta editoriale, ha deciso di chiudere ‘L’Arena’, il popolare programma curato e condotto da Massimo Giletti” si legge sul sito”. Il programma è partito nel 2004 e negli anni ha conquistato una vasta fetta di pubblico.

“La trasmissione però, secondo alcuni, ha assunto nel tempo dei connotati che ora non rientrerebbero più nella linea editoriale della nuova Rai che sta per nascere” spiega ancora Tv Blog. Massimo Giletti potrebbe occuparsi in maniera più massiccia del prime time di Rai Uno nella serata del sbato.

“Giletti, qualora dovesse accettare la proposta dell’azienda radiotelevisiva di Stato, potrebbe proporre una serie di spettacoli (si parla di 10-12 nell’arco di una stagione televisiva) sull’onda di quelli da lui condotti nello scorso autunno e che ottennero buoni indici di ascolto”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE