Ambiente

La Costa Azzurra in fiamme, migliaia di evacuati nella notte

INCENDI FINO AL GOLFO DI SAINT TROPEZ, COLPITA ANCHE CORSICA

Diecimila persone evacuate nella notte per un nuovo incendio nel sud-est della Francia. Almeno 400 ettari di terreno bruciati a Bormes-les-Mimosas, nel Var, area molto frequentata in estate. Da tre giorni le fiamme divorano migliaia di ettari lungo la costa mediterranea e in Corsica. Gli incendi fino al Golfo di Saint Tropez. In Sardegna il vento alimenta il fuoco: stamani nel Sassarese, subito domato. Fiamme ancora attive in Ogliastra.

E’ allarme incendi anche nel sud-est della Francia, con parte della Costa Azzurra che brucia dalla notte scorsa. Un incendio, alimentato dai forti venti, e’ scoppiato poco prima della mezzanotte a Bormes-les-Mimosas, nella regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, costringendo le autorita’ a evacuare circa 12.000 persone, molte delle quali da campeggi e case vacanze, in una localita’ che in questo periodo dell’anno vede raddoppiare o addirittura triplicare la sua popolazione. Le fiamme sono pericolosamente vicine alle abitazioni. Secondo le autorita’ locali citate dal quotidiano ‘Nice Matin’, l’origine del rogo e’ “probabilmente dolosa”.

Anche il sindaco di Bormes-les-Mimosa, Francois Arizzi, ha detto ai microfoni di RMC che “pensiamo si tratti di un ato criminale”. Almeno 12 i vigili del fuoco rimasti feriti, mentre tra i poliziotti si registrano una quindicina di intossicati. Non si segnalano feriti tra residenti e turisti ma almeno due case sono state distrutte dal fuoco. Da un solo campeggio sono state evacuate circa 3.000 persone. Sui social e sui media locali sono state diffuse foto di turisti accampati in spiaggia, mentre altri hanno trovato rifugio in sale messe a disposizione dal Comune. Nella zona sono 1.000 gli ettari di terreno distrutti, ed e’ critica la situazione a Cap Benat, un promontorio roccioso che sovrasta la localita’.

Al lavoro piu’ 600 vigili del fuoco, riferisce France Info. Nonostante un successivo lieve indebolimento dei venti, il sindaco Arizzi ha detto a RMC che l’incendio continua a progredire e non e’ ancora sotto controllo. Sul massiccio di Luberon, a nord di Nizza, 4.000 pompieri e 5 Canadair sono impegnati per domare un rogo che devasta centinaia di ettari di foresta. Il prefetto del Dipartimento di Var ha aggiunto che a La Croix Valmer, centro balneare nei pressi di Saint Tropez, sono andati bruciati 500 ettari di terreno, ma la situazione e’ ora sotto controllo. A Martigues, nel dipartimento delle Bocche del Rodano della stessa regione, e’ stato evacuato il villaggio di Cerro e piu’ di 800 gli ettari sono stati devastati dalle fiamme a La-Londe-les-Maures. Intanto il ministro degli Interni Gerard Collomb si e’ recato in Corsica, dove sono gia’ 1.800 gli ettari di terreno distrutti dalle fiamme. I roghi imperversano anche in Portogallo, dove a meta’ giugno piu’ di 60 persone sono morte in una serie di incendi. La scorsa notte sono stati evacuati 20 centri abitati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE