Musica&Spettacolo

Expo: il Carlo Felice unico teatro europeo ad Astana

GENOVA – “È per noi motivo di grande orgoglio la presenza del Carlo Felice in Kazakistan, unico teatro dell’opera italiano ed europeo ad essere stato invitato dal governo kazako per partecipare con una settantina di elementi, tra direttori d’orchestra e coristi, al grande concerto in programma domani al Teatro di Astana quale iniziativa culturale clou di Expo 2017. Il Carlo Felice c’è e credo sia un bellissimo segnale e il riconoscimento del valore del nostro teatro”. Così l’assessore alla Cultura di Regione Liguria Ilaria Cavo, in vista del concerto in programma oggi ad Astana, in Kazakistan.

“Mi sono voluta complimentare personalmente con il direttore artistico del Teatro Carlo Felice, Giuseppe Acquaviva – aggiunge l’assessore Cavo – per questo straordinario risultato che porta alto il nome di Genova e della Liguria nel mondo. Il mio ringraziamento e in bocca al lupo va a lui e a tutti gli elementi, direttori d’orchestra e coristi, coinvolti in questo grande evento, destinato anche ad entrare nel guinnes dei primati. Questo concerto costituisce anche l’occasione per promuovere la Liguria e la nostra terra”.
Per dare il massimo rilievo all’evento, che risponde all’esigenza espressa da Regione Liguria di aprire il Carlo Felice a collaborazioni internazionali, il concerto sarà trasmesso in diretta streaming anche nella Sala della Trasparenza di Regione Liguria.

A dirigere i 1500 elementi tra coristi e direttori d’orchestra sul palco di Astana, di cui una settantina in arrivo dal Carlo Felice, ci sarà il direttore principale dell’Astana Opera, il maestro di fama internazionale Alan Buribayev, che, già ospite della stagione sinfonica del Carlo Felice lo scorso anno, tornerà a Genova anche nella stagione 2017/2018. Oltre al concerto di domani, il Teatro Carlo Felice è stata protagonista il 22 luglio, con il proprio quintetto di fiati al Padiglione Italia, su invito dell’ambasciatore italiano in Kazakistan

Stefano Ravagnan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE