fbpx

La Scuola della Felicità

Print Friendly, PDF & Email

 

(Raccolta fondi)

Eliana Dabbicco, svolge attività di orientamento e consulenze individuali in tutti contesti in cui veicolare e promuovere lo sviluppo del ben-essere personale; presidente e fondatrice, insieme alla sorella Valeria Dabbicco, della Scuola della Felicità, in Bari, ce ne parla?

Molto volentieri. La Scuola della Felicità è nata poco più di un anno fa. Come racconto spesso era un momento storico particolare della mia vita. Era nata da tre mesi la mia piccola bimba e i bambini sono un impegno, è vero. Ma sono impegno alla rinascita, alla bellezza. Sono un impegno a fare il meglio che è nelle nostre possibilità. I figli ti chiedono di essere congruente con ciò che vuoi loro insegnare. E più di tutto i figli ti insegnano quanto è importante ricordarci di giocare, di essere felici, di stupirci, di alzare la testa per vedere la bellezza anche nelle cose semplici. Questo è l’inizio. Ho voluto fin da subito accanto a me, in questo viaggio, donne dal cuore potente. Io e mia sorella, Valeria Dabbicco, curiamo questa creatura con tutto l’amore che meritano le cose importanti. La Scuola si occupa di benessere a 360° in un circolo virtuoso che muove da mente e anima e va al corpo, e viceversa. Svolgiamo attività di diverso tipo anche grazie alla sinergia con molti professionisti che operano in questo settore. Formazione, Orientamento, Coaching, Workshop, Incontri a Tema, Eventi dedicati alle EMOZIONI e al BENESSERE PSICOFISICO nella sua totalità, discipline come lo yoga e il pilates, attività per i bimbi e possibilità per i genitori di dedicarsi, nuovamente, a se stessi mentre amorevoli educatrici si prendono cura dei loro piccoli. La Scuola è questo e tanto altro. Siamo un cantiere in cui i lavori non termineranno mai perché ogni giorno è un giorno buono per seminare nuove idee.

E’ evidente che l’offerta, culturale e formativa , della nostra Società non riesce a far fronte, adeguatamente, alle rinnovate esigenze, sociali e relazionali, della persona; questo è uno dei motivi per cui ha fondato la Scuola della Felicità?

Non esattamente. Attività interessanti dal punto di vista culturale e formativo, a mio avviso, ci sono ma sono poco valorizzate e poco “visibili”. L’impegno a fare qualcosa di buono partendo dal nostro piccolo, questo si. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo fondato la scuola. Il bisogno di condividere la bellezza, il bisogno di contatto, di allenarci all’Empatia.

Non si può prescindere da un approccio olistico ai vari saperi, è questa una caratteristica della vostra Scuola?

Assolutamente si. Non smettiamo mai di ripeterlo. Tutto quello che stiamo costruendo, questo albero che estende le sue radici e, al tempo stesso, allunga i suoi rami non sarebbe così speciale se ad “alimentarlo” non ci fossero le competenze di tutti i professionisti che collaborano con noi e la vita condivisa di chi sceglie di sedersi sui cuscini di questa scuola non scuola .

Causa cambiamento di sede e per finanziere le vostre attività, avete attivato, da qualche ora, una raccolta di fondi (crowdfunding), come si fa a partecipare?

Si, il crowdfunding è un modo, a nostro modo magnifico, per sostenersi a vicenda. Per dare valore ai progetti che lo meritano. Il link al nostro progetto è questo: https://www.produzionidalbasso.com/project/la-scuola-della-felicita-crowdfunding/ – Si apre una pagina in cui è descritto l’intero progetto. In alto a destra c’è la voce “partecipa”. Cliccando su quest’ultima si ha la possibilità di effettuare una donazione dell’importo desiderato alla quale corrisponde una “speciale” ricompensa. Si può effettuare la donazione o tramite bonifico o con carta prepagata. Il sito è costruito in modo semplice ed intuitivo. Cogliamo l’occasione per ringraziare, con ogni cellula del nostro corpo, chiunque abbia voglia di prendere parte al progetto sostenendoci.

Quali i vostri programmi?

In cantiere ci sono moltissimi progetti interessanti. Da quest’anno la Scuola avrà un calendario dettagliato di attività fisse e ogni mese dei weekend dedicati a “fuori programma”. Continueremo a fare quello che abbiamo fatto nell’anno appena passato inserendo tante novità. Lavoriamo con le emozioni, difficile parlarne nel dettaglio ;-). Vogliamo incrementare le attività con i più piccoli e creare degli spazi dedicati a chi versa in condizioni economiche tali da non potersi permettere una “ristrutturazione dell’anima” a costi elevati. Il nostro motto rimane quello con cui siamo partite: “vogliamo rendere la Felicità a portata di tutti e contagiare il maggior numero di persone possibile”.

Fedele Eugenio Boffoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/08/26/la-scuola-della-felicita
Twitter