fbpx

Una tragedia senza precedenti

Print Friendly, PDF & Email

Informare

Un disastro ecologico senza precedenti. Danni incalcolabili alle biodiversità. In pochi giorni è scomparsa buona parte di uno dei parchi più importanti d’Europa, già provato da un episodio simile negli anni ’80.

Il dramma che sta vivendo l’Abruzzo, in queste ore, è  finito totalmente in sordina, eppure dal 19 agosto le fiamme ardono senza tregua, mentre 1200 ettari di bosco stanno andando in fumo insieme a boschi incantevoli, pinete straordinarie, specie animali rare. E denaro pubblico.

L’ondata di caldo eccezionale, unitamente agli effetti della riforma Madia,  al mancato coordinamento operativo, a una clamorosa inefficienza di uomini e mezzi e all’assenza di un piano di protezione civile, hanno prodotto questo risultato devastante. E mentre le polemiche infiammano anche il Ministero dell’Ambiente, vigili del fuoco e volontari, stremati ma instancabili, lavorano giorno e notte per salvare il salvabile e sottrarre alla morte gli animali superstiti, ne sono già morti oltre quaranta milioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/09/05/una-tragedia-senza-precedenti
Twitter