fbpx

Lo stupro di Rimini

Print Friendly, PDF & Email

Lo stupro di Rimini, la notte di Colonia, l’utero sfondato , il pretino bagnino e un popolo di pecore

Gianni Fraschetti

La questione di Rimini è molto più  complessa di quanto possa apparire dietro la maleodorante facciata di un crimine comunque odioso. Uno stupro di branco, di quelli per cui ai bei tempi si sarebbero scomodati personaggi televisivi come Enza Sampo’  o magari Enzo Biagi, orchestrando quei mitici talk show di spessore, nei quali venivano incenerite intere classi sociali. Specialmente se commessi da ragazzi borghesi, di famiglie borghesi, residenti in quartieri borghesi. Magari fosse andata così anche questa volta. Un bel Circeo 2. Pensate per un attimo a cosa sarebbe successo se a Rimini invece di quattro africani fossero stati quattro pariolini, magari di Casa Pound. Invece, purtroppo per loro,  è successa una tragedia politica,  la peggiore che potesse capitare. Tre marocchini e un congolese, con precedenti penali, che oltre tutto  non dovevano nemmeno stare qui. Un dramma a tinte forti e allora i siti debunker del Pd, con i vari Coltelli e Puente, sono già schierati con tutte le batterie puntate e tutte le giornaliste renziane hanno preso carta, penna e calamaio pronte a muovere all’attacco. Parola d’ordine: minimizzare, minimizzare e ancora minimizzare, aspettando che passi la tempesta. Che tutte le tempeste passano, prima o poi.

Perché uno stupro, in questa nuova ottica friendly che stanno proponendo, non ha passaporto, e non è vero che la polacca ha riportato danni permanenti e che il trans peruviano è vivo per miracolo. È stato un normale, usuale, fottutissimo stupro nel quale, come ci ha informati il loro amico mediatore culturale, quando cazzo e’ entrato poi donna gode.  Uno stupro di merda, dunque, come ce ne sono a decine ogni sera e non vengono nemmeno denunciati (poi donna gode…) e dunque non merita tavole rotonde con preti di strada, sociologi appassiti (di cervello) e conduttori alla moda. Un fottuto stupro, come ne fanno anche gli italiani. In gran numero, Ce lo vanno ripetendo fino alla nausea, presentandoci delle statistiche che meriterebbero una denuncia penale per tentativo di circonvenzione di incapace. E poi questa storia dell’utero asportato…è una bufala, strillano Puente, Coltelli, la Sarritzu e il Corriere dei piccoli, come se quell’utero forse possa cambiare radicalmente la prospettiva dell’episodio. Lo renda una ragazzata, secondo loro. La prima sera i tg di regime hanno provato a chiamare quegli animali i “ragazzi”, poi devono aver capito che stavolta non era aria. Infatti non è una ragazzata, è una dichiarazione di guerra.

Uno stupro di questo tipo (donna accompagnata da un maschio) non capita spesso, di solito i branchi come quello stuprano donne sole…A meno che non ci si senta pienamente padroni del territorio e delle situazioni. Come dopo una guerra vinta. Allora si può infierire e ci si comporta come i marocchini di Juin, i famigerati goumiers, in Ciociaria. Basta che respirino ed è tutto buono. Tutto scopabile, anche una vecchia di 81 anni, o una bambina di 14. Il che è indicatore della  pericolosità estrema del pensiero latente di questa gente che ha in testa solo il bottino e le femmine bianche,  e noi ne abbiamo fatta arrivare tanta. Almeno 4 o 500.000 giovinastri ben pasciuti, nerboruti, giovani, carichi di odio e di testosterone, pieni di voglie e di frustrazioni, che girano non si sa bene a fare che. Sei o sette se li porta in piscina il pretonzolo, che probabilmente surroga anche altre esigenze, ma gli altri? E’ una questione matematica e fisiologica che capirebbe anche un cretino. Prima o poi il bubbone scoppierà in tutta la sua drammatica evidenza e temo che ne vedremo delle belle…La notte di Colonia sembrerà la favola di Cenerentola. Un branco di lupi scatenati contro un popolo di pecore stupide e viziate. Non ci sarà  partita. Purtroppo.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/09/07/lo-stupro-di-rimini
Twitter