fbpx

Quæque ipsa miserrima, et quorum parsa magna fui

Print Friendly, PDF & Email

(cit. Virgilio)

Ultima SantinoIntervista di Natale Ventrella                                                                                                              

Continuiamo questo ciclo di interviste con il prof. Dr Santo Mancuso, presidente dell’Instituto Internacional de Estudos Estrategicos SCCi Istituto per gli Studi Diplomatici Internazionali, specialista di intelligence internazionale e della scena del crimine, saggista, corrispondente e redattore ANSA, membro del Comitato scientifico de: Il Corriere Nazionale.

Ben ritrovato professore  Mancuso e grazie per la consueta disponibilità. La Norvegia ha virato a destra dopo 30 anni, la destra vince le elezioni riportando in auge l’ideologia nazionalista ed anti migranti. Hanno vinto gli euroscettici. E’ il preludio di un cambio di registro in tutta Europa? La sinistra sta perdendo consensi per la falsità ideologica, oppure,  perché l’elettorato li ha smascherati?

Benvenuto di nuovo nel mio salotto, Dr. Ventrella,  Giordano Bruno parlava di “corsi e ricorsi storici”, e le sinistre mondiali stanno facendo bene il loro ruolo assolutista e fintamente sociale, (badi bene non dissi socialista,) stanno servendo il piatto pronto alle destre, i paesi freddi ove notoriamente in gergo diplomatico si avevano aree di pace, stanno offrendo il fianco con la loro civiltà e pacifica convivenza, a culture per natura violente e poco inclini all’integrazione pacifica. Questo, crea dei gap comunicazionali che in linea generale cagionano i disagi che stanno accadendo, anche perché i soggetti che migrano hanno bassa cultura scolastica, scarsa integrabilità professionale, e indice di adattabilità alla marginalizzazione, altissimo, non a caso si creano sobborghi interamente popolati da immigrati africani e mediorientali.

Appare utile rimarcare che la questione non è razziale, quanto culturale, legata agli enormi flussi migratori sproporzionalmente distribuiti e poco avvezzi al dialogo e all’adattemento.

A fronte di questo violento innesto, si scatenano le paure dei popoli residenti, da ciò la reazione verso destra e verso il nazionalismo, dettato dall’istinto di conservazione.

Quanto all’euro scetticismo, da sempre affermo che l’Europa così concepita non serve a molto, e ovviamente mostrando tutti i suoi limiti in questi frangenti di crisi che interessa il suolo europeo,appare chiaro che l’essenza in vita di un ente sovranazionale che non esercita poteri decisionali equi, che ignora le precipuità e le culture nazionali che la compongono, diventa un ectoplasma che sugge risorse economiche senza restituire nulla se non iniquità. Dunque diventa inutile e nociva.

Infatti, professore, anche in Italia il PD non ha i numeri per approvare l’inutile proposta sponsorizzata dal Presidente della Camera Boldrini dello “Ius Soli”. La sinistra è in crisi?

La sinistra italiana, sta trattando di materie di lana caprina per nascondere la mancanza di progetti politici seri,e in questa enfasi di potere, non mascherano neppure le aberrazioni che stanno creando, forse per la fretta che hanno, sapendo che il loro tempo sta finendo. Il ciclo delle sinistre vendute al soldo delle banche mondiali, sta finendo, presto saranno scaricate in favore del nuovo ciclo nazionalista. Lo IUS SOLI se passerà sarà la goccia che farà traboccare il vaso. Un governo ostaggio delle farneticazioni di qualcuno, stanno portando alla sconfitta delle sinistre. D’Alema ha già fondato il suo movimento scaricando il PD, il Generale Pappalardo giorno 11 scorso ha dimostrato la sua persistenza e consistenza numerica in Roma, si profila un autunno caldo e un inverno di fuoco.

Orbene, il dilemma non è oggi essere di sinistra o di destra, quanto di scegliere quello che è giusto o che non lo è.  Facciamo insieme una rapida analisi e riflessione, tutti i paesi ove esistono governi tecnici, insediati di forma provvisoria, ma de facto definitiva, sono di sinistra, poiché con varie giustificazioni o postille, si avventurano in supposte riforme elettorali, per procrastinare il voto e allontanare il popolo dalle scelte; l’Italia come il Brasile, sta vivendo lo stesso dramma, la primavera araba è nata con questi intenti e ne stiamo pagando le conseguenze, il Venezuela, idem con patate, il paesi centro africani che ci inondano di immigrati tutti giovani e forti e senza famiglia seco, sono tutti ostaggio di dittature socialiste e islamiche, laddove si osservi il connubbio tra l’islamismo combattente e le sinistre mondiali. Credo non necessiti ulteriormente indugiare su questo argomento ormai palesemente comprensibile ai lettori a fronte di quanto espresso sin qui.

Queste sinistre hanno una forte crisi bipolare, ove le identità liberali sono confuse e mescolate con il rivoluzionarismo più becero; Vediamo come reagisce la Russia a questo, l’Ungheria, e tutti i paesi ex socialisti, ascoltiamo le parole degli immigrati quando sono ripresi in video in occasione di blitz di polizia, oppure si rifletta sui recenti fatti di violenza per crimini aberranti ai quali si tenta di dare una maquillage di fatti avulsi.

Il Governatore della BCE Draghi ha aperto al dialogo per la revisione istituzionale dell’Unione economica e Monetaria. Credo che per noi italiani in UE non ci sarà un dialogo basato sulla logica e sull’onestà intellettuale. Secondo Lei professore, chi protegge la Germania distrugge l’Italia e l’Europa?

L’euro sin dalla sua introduzione, fu basato sui parametri dell’economia tedesca e tutto indica e dimostra che la testa di serie europea è la Germania. l’UE germanizzata non è piaciuta all’inghilterra che giustamente non ha più inteso europeizzarsi monetariamente. Il punto della questione, credo che sia da ricercarsi nel nazionalismo soprattutto economico che Germania, Francia, Spagna, Portogallo e altri paesi hanno a differenza dell’Italia che storicamente è sempre stata governata  e ancor oggi considerata politicamente alla stregua di colonia, da questi e altri paesi. Purtroppo sono lontani i tempi dell’Impero romano e quella sensazione di grandezza che si percepiva evidentemente nei nostri antecessori, l’epoca del Roma caput mundi è passata da un tempo ormai.

Draghi stesso in una sorta postuma di pentimento afferma che tutti sapevano che si sarebbe dovuto pagare un conto senza prezzo di un’Europa basata sulle bugie demagogiche degli economisti, che virtualmente paventarono panorami di crescita economica inverosimili e fiabeschi, ma che oggi si palesano in tutto il loro orrore. Lei Ventrella da economista pragmatico sa bene di che parliamo, o Prodi, Monti e compagnia hanno mentito sapendo di mentire, o sono dei folli intetti. Certamente sono dei criminali e la storia li condannerà!

Il Presidente del Consiglio Gentiloni, qualche giorno fa, ha dichiarato che l’Italia è uscita dalla crisi economica, ma, il Centro Studi della Cgia di Mestre lo ha smentito, facendo sapere che gli artigiani ed i piccoli commercianti sono in ginocchio. Com’è possibile? Eppure il Governo ed i giornali europeisti ci dicono che l’economia italiana va a gonfie vele.  L’informazione è libera oppure manipolata dai poteri forti? Qualcuno sta “ciulando nel manico”, oppure, è stato contagiato da Matteo Renzi?

Beh, credo che la risposta a ciò sia insita in quello che ho appena asserito, ossia, il potere dominante ha verbo, ma ai fatti non corrispondono le parole che questi signori emanano. Le imprese medio piccole in Italia stanno diventando mosche bianche e poiché sono loro il cuore pulsante del made in Italy, credo sia lapalissiano che il “pensiero unico dominante”, continua a paventare paesaggi bucolici che solo loro vedono. Il grande crimine di costoro è di “essere pazzi e accusare gli altri di esserlo”, mi sia permessa la libera citazione di Sant’Antonio Abate il quale profetizzò che ciò sarebbe accaduto un giorno, ossia, di tutti impazzire, accusando coloro che li contraddicono, di essere a loro volta quest’ultimi i pazzi.

Quello che tutti sottovalutano nei palazzi romani e di Bruxelles, è che le specificità del made in italy provengono proprio dalle piccole imprese artigiane, ossia quelle boicottate dalla UE e dispregiate da questi governi di tecnocrati, incapaci di vedere la realtà di tutti i giorni, pertanto sarebbe interessante conoscere da dove questi dati di ripresa, vengono tratti, posto che le associazioni di categoria smentiscono fermamente, e l’accesso al credito bancario da parte del settore medio piccolo è ostacolato e interdetto proprio accampando motivi legati alla crisi nazionale.

Mi si spieghi e si spieghi agli italiani come si può ritenere congrua una pensione minima di 480 euro a cittadini italiani, mentre per  mantenere un immigrato ne servono 1500 circa; questo da impulso ai consumi?

Non è demagogia spicciola, ma semplice “matematica alla femminile” come si dice in gergo, ossia la matematica che longi dalla cattedre di illuminati economisti, da palazzi politici, fa girare o meno l’economia di un paese.

Sua Santità Papa Francesco qualche giorno fa ha dichiarato finalmente: “Riceverli, integrarli ma anche fermarli se i numeri divengono insostenibili”. Finalmente parole “sante” e responsabili dopo la stupidaggini dei soliti sinistroidi. Cosa ne pensa?

Papa Francesco, nella sua immensa bontà cristiana, ha ceduto alla carità cristiana, ma questo purtroppo non è stato recepito e attuato dalle periferie ecclesiali, ove le porte delle chiese sovente restano troppo chiuse a queste genti, tra le quali senza dubbio, giungono anche famiglie di fuggitivi da conflitti e violenze.

Chi come me ha vissuto in prima persona certe vicende mediorientali e afriane, sa di cosa parlo. Recentemente fui in Venezuela ove con l’IIEE stiamo analizzando e monitorando le vicende politiche e sociali e ho visto chiese e conventi rifiutare per paura o altro, famiglie con lattanti al collo, questo da cristiano mi duole; mi sento offeso, come Templario e come uomo delle istituzioni. Ben vengano le parole del Papa Francesco, poiché senza il fine ultimo della loro integrazione, non è utile accogliere orde di ignoti senza identità per poi lasciarli liberi di agire senza educarli alle culture europee .

Singolare e emblematica è la frase di Oriana fallaci: “Se dici la tua sul Vaticano, sulla Chiesa Cattolica, sui Papi, sulla Madonna, su Gesù, sui Santi, non ti succede nulla. Ma se fai lo stesso con l’Islam, col Corano, con Maometto, coi  figli  di Allah, diventi  razzista  e xenofobo e  blasfemo  e compi una discriminazione razziale.” È il caso di dire “Medice, cura te ipsum”, ma parrebbe che sino ad oggi la chiesa romana  italiana non si curò molto della gravità del caso.

Questa guerra viene da molto indietro e non riguarda solo Papa Francesco, la società perfetta che le massonerie professano è quella ideale nella quale tutti possono dire la propria, senza essere additati, mentre oggi stiamo assistendo ad una guerra tra cristiani e islamici come se questo fosse il fulcro del problema, mentre il disegno diabolico è quello della grande finanza giudaica, che gode a vedere due culture distruggendosi a vicenda vittime proprio delle loro idiosincrasie.

11 settembre: complotto o attacco islamico? E’ vero professore che quel giorno è nata la dissonanza cognitiva?

Un grande bluff, oppure una grande sofisticazione dei beduini esaltati, ma credo questo ormai sia già lapalissiano che fu un fake per mutare le regole del grande risiko, alla stregua di questa invasione europea…Non lo dico io, lo dicono i fatti! Un sistema di sicurezza come quello americano, non avrebbe mai permesso a chicchessia su questo pianeta, di avvicinarsi a New York, città simbolo, ne tantomeno al pentagono, cuore pulsante e emblema del potere USA.

Sin dal 1957 si parla di “dissonanza cognitiva” in psicologia sociale,  e la negazione della realtà è giustamente quello che oggi sta accadendo.  Nell’epica greca, in “Fedro” , già si raccontava della volpe che non riuscendo a arrivare all’uva diceva che era amara, così come chi oggi vede invasori dilagando, vedono nell’islamico il vero pericolo e nongià in chi ha cagionato il fenomeno. Risulta complesso in questa sede trattare argomenti di filosofia o di psicologia sociale, ma vale appena la pena di rimarcare e registrare che così come nel caso dell’assassinio dell’ambasciatore russo a Istanbul, occorre vedere alla fonte e dietro le quinte degli accadimenti; il poliziotto turco auto proclamatosi autore del folle gesto, niente meno è che un agente, ossia l’idiota utile, per questo Putin non ha dichiarato la crisi con la Turchia, poiché ha attuato la “consonanza cognitiva”, da esperto di intelligence quale è!

Questo sarebbe l’ABC delle accademie di intelligence americane e russe!

Professore Mancuso, mi perdoni per la consueta provocazione, ma mi aiuti a capire: perché le donne di sinistra, le comuniste, le facinorose femministe  si scandalizzano per Miss Italia, invece, quando si presentano dai saraceni lo fanno con tutti i crismi accettando il velo e rispettando una religione come l’Islam che sottomette le donne? E’ normalità questa? 

Lei Ventrella, mi manderà in galera, (riso, ndr) con questi chiari di luna in cui realmente “mala tempora currunt”, ove denuncie piovono, ove la polizia della camera sollecitata invia fascicoli alle digos e alle procure, noi da semplici commentaristi, siamo visti come “mala avis” e corriamo il rischio di essere internati in qualche stalag della “sinistra” radicalchic sinistra italica, sebbene “maiora premunt” e nessuno se ne cura.

Il grande vilipendio alla religione cristiana viene proprio da ciò, e mi fa specie il silenzio assenso dei clerici, che quasi suona come complicità al catto-comunismo, i salamalecchi obbligatori nel corano, sono un vezzo  fatto passare per rispetto altrui, mentre il velo in chiesa, è bigotto!

Magnificat anima mea Dominum”, recitò la vergine, ma pare ciò non sia di moda oggi!

Non una parola da parte di incallite femministe attiviste da anni come la Bonino, in favore di queste vittime, ancor meno di condanna contro questi ospiti malgraditi, ci dicono, fuggiti da chissà quale guerra di don Chisciotte, o piuttosto da quale carcere, qui ricordo le recenti indagini di colleghi giornalisti indipendenti sulle prigioni tunisine, ma mi ricordano anche quelle sul repulisti nelle prigioni albanesi negli anni 90, insomma l’Italia, patria di tutti, tranne che degli italiani, giacché italiani non ci sentiamo proprio se non quando vince la nazionale .

Professore perché in Italia ci sono circa 700 Moschee e a Riad neanche una Chiesa ?

Fosse solo Riad sarebbe già un dato confortante! Mi sovviene dunque l’aneddoto dell’epoca fascista, allorquando fu richiesta a Benito Mussolini allora capo del governo, l’autorizzazione alla costruzione di alcune moschee in terre italiche, ebbene il buon duce, rispose affermativamente, “conditio sina que non”  fossero autorizzate reciproche costruzioni di chiese cattoliche in terre islamiche, da lì un secco islamico, seguito dal prevedibile diniego italico.

Credo basti di per se a capire l’antifona, tuttavia, le ragioni sono da investigare nella sharia e nel corano di forma più amplia, laddove, la cristianità alla stregua di ogni religione che non sia quella islamica, deve essere combattuta e annientata.

Secondo le leggi religiose islamiche, lo stupro di femmine non islamiche, è da intendersi come atto in favore della fede islamica, posto che secondo Maometto, il seme maschile è quello che reca il dna della razza, motivo questo,  per i il quale assistiamo a matrimoni misti tra islamici e donne non islamiche, quanto non di donne islamiche con infedeli, poiché ciò cagionerebbe la pena capitale per costoro, malcapitate.

Basti pensare alle infelici parole espresse dal mediatore culturale islamico subito dopo l’occorso di Rimini, secondo il quale la donna dopo essere stata penetrata anche contro la sua stessa volontà, dopo gode del piacere di ciò. Questa affermazione non è da imputarsi a chi la ha proferita, bensì alla ideologia islamica secondo cui la donna è oggetto del piacere maschile.

Professore Mancuso, avrà dunque sentito dei tantissimi casi di stupro in Italia da parte di migranti, gesti ignobili ed ingiustificabili. Come reputa il silenzio del Presidente della Camera Boldrini?

Sebbene viva e operi in America latina, come lei sa, seguo da vicino le vicende europee, lo stupro è un atto infamante e riprovevole in una società moderna,  che umilia chi lo subisce e offende la dignità di chi lo compie, tuttavia, in afferenza a quanto in precedenza asserito, mi permetta di astenermi dall’esprimere opinioni sulla persona “della presidente” della camera, poiché non ritengo utile ne produttiva una ulteriore citazione di chi sinceramente non mi rappresenta, ne nel ruolo che riveste abusivamente, quanto proprio non sentendola affine a me umanamente. Quanto alle azioni da ella poste in essere aggiungo solo: “Male parta male dilabuntur” per questo quello che ha acquisito illegittimamente le sarà tolto dal popolo .

I cittadini italiani e alcuni politici come la Meloni, ne hanno ampiamente biasimato e censurato a vario titolo il comportamento.

La stessa ha giustificato che essendoci indagini in corso non si è voluta esprimere, ma le ricordiamo che ancora oggi le indagini sono in corso, malgrado ciò sta esprimendo opinioni tra i media forse più per pressione che per espressione del suo sentimento di umanità, tanto che sta scadendo al pari di chi la offende e comunque sul piano umano una parola di solidarietà del presidente della camera avrebbe giovato e disteso gli animi.

In momenti algici per il paese come questi, occuparsi di lana caprina e gossip, o di qualche offesa personale, invece di mostrare con i fatti la propria competenza, mi sembra realmente paradossale e mancanza di sangue freddo.

Ecco, io in questo ci vedo una dissonanza cognitiva!

Ultima domanda. Professore perché ai bambini italiani è imposto la vaccinazione, mentre, ai migranti  nessuna prevenzione e precauzione? Stanno ritornando in Italia malattie che ormai erano state debellate come la malaria, tbc, scabbia, ecc… irresponsabilità politica, oppure, incapacità?

Ricorda cosa profetizzò Sant’Antonio Abate? Un elogio alla follia degno da Eroldo da Rotterdam.

Lapalissiana l’incompetenza del ministro della sanità, cha ancor oggi non ha preso posizione su questo… Aggiungo e rettifico la sua affermazione, ove ravvedo un crimine disgustoso contro la salute pubblica, aggravato dalla incapacità di percepire il pericolo sociale di pandemie.

Centinaia di medici, avvisano circa la pericolosità di questi vaccini comprovatamente lesivi della profilassi collettiva; ma setale strumento è reputato indispensabile dal ministro, appare palese e inconfutabile che lo sarebbe ancor di più urgente per bambini e adulti che provengono da luoghi ameni, ove il basico della profilassi sociale si ignora.

Speriamo in qualche magistrato che in coscienza registri ciò come omissivo e grave, o in qualche politico di destra, posto che quelli di sinistra sono uniformati al pensiero unico dominante.

Professore Mancuso, la ringrazio per l’intervista e mi scuso per le mie consuete provocazioni. 

A presto Dr. Ventrella, non si scusi, perché tanto non credo alle sue scuse postume! (riso ndr) Mi lasci solo concludere dicendo che nonostante tutto, non possiamo smettere o desistere di cercare un dialogo e per quanto sia possibile, assorbire e integrare quelle persone immigrate che stanno realmente cercando una vita migliore nel segno dell’onesta convivenza. Una società multietnica può aiutare senz’altro a vivere meglio, ma quello che impaurisce gli italiani è la forma come sono stati ammessi in Italia migliaia e migliaia di soggetti e lasciati liberi, senza offrire loro neppure un minimo di nozioni sulla nostra cultura e modo di vivere, onde aiutarli nel processo di integrazione. Conosco molti musulmani in tutto il mondo, africani di varie religioni e non mi scandalizzo per il loro modo di vivere, ma è evidente che il senso del sociale in alcune popolazioni sub sahariane  non è ben sviluppato. Ma ho fede che possiamo dimostrare che siamo un grande popolo, selezionando quelli  che tra di loro vorranno sentirsi “anche” italiani .

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/09/14/quaeque-ipsa-miserrima-et-quorum-parsa-magna-fui
Twitter