fbpx

Le risorse, il carabiniere (ex?), Mussolini e Laura Boldrini

Print Friendly, PDF & Email

Un amico mi chiede lumi su un video che ha visto condividere da un assessore del paese dove vive. Nel video non si sente nessuna voce eccetto una risata finale, ma si vedono due ragazzi di colore all’interno di un supermercato. I due ragazzi danno morsi alla frutta in esposizione e la rimettono a posto, al termine si sente un terzo ragazzo ridere fragorosamente. Nessuno nel corso del video, brevissimo, interviene in alcuna maniera.

Chi lo condivide in Italia lo fa con poche parole: “le risorse”.

La ricerca è davvero veloce, il video è stato messo in circolazione a giugno 2017 da un utente americano, basta cercarlo su LiveLeak come Fruit Googles, i commenti sotto al video sono dello stesso genere di quelli sotto alla condivisione in Italia su Facebook: razzisti. Vediamo di capirci, i due ragazzi nel video sono due cretini, che meriterebbero di pagare ogni singolo frutto morsicato, non è che sono due cretini perché sono di colore, ma solo e unicamente perché fanno qualcosa di sbagliato. Esattamente come chiunque violi la legge.

Quello che mi dà particolarmente fastidio è accorgermi che lo stesso video, che in una settimana ha superato le 20mila condivisioni sulla bacheca dove mi è stato segnalato, viene condiviso da un (ex?) carabiniere, una persona pagata per difendere il nostro Paese da chi viola la legge. Una persona che dovrebbe avere imparato durante il suo servizio come pubblico ufficiale ad evitare di generalizzare. Mentre invece basta un giro sulla sua bacheca per trovare immagini così:

Condivide svariate bufale già trattate da BUTAC, o da colleghi, post social da pagine di estrema destra miste a foto di famiglia. Sia chiaro, io posso essere scontento del sistema, posso volermi lamentare di come vadano le cose, ma l’attacco diretto verso quella che è una carica della Repubblica, scelta dai parlamentari eletti col voto dei cittadini, non credo sia un comportamento corretto, se vesti una divisa che dovrebbe difendere quello Stato. Sia chiaro, ritengo che le Forze dell’Ordine abbiano tutte le ragioni di lamentarsi, vero che sono pagati dallo Stato, e sicuramente sono pagati poco, non è però colpa di una singola persona, ma di un sistema che negli ultimi trent’anni ha visto avvicendarsi tutte le fazioni, senza cambiamenti in meglio degni di nota.

Una volta che si sceglie di essere un carabiniere c’è un giuramento da fare, che dice:

“Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina ed onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni“.

Giusto per completezza, i due ragazzi di colore mostrati nel video non sono “risorse” importate neppure per gli Stati Uniti, dove il mix di razze è presente fin dalla nascita della nazione. Sono due afroamericani che hanno gli stessi diritti e doveri di tutti gli altri americani sul territorio, che siano di discendenza africana, asiatica o europea poco importa, sono cittadini americani, di idioti ce ne sono di tutte le razze e i colori.

Condividere il video facendo spallucce, perché tanto sono neri, purtroppo dimostra come ci sia dietro una mentalità razzista e non la semplice paura dell’immigrato in quanto possibile minaccia.

Paese di santi, poeti, navigatori, e un filo razzisti stiamo diventando, o forse lo eravamo già.

maicolengel at butac punto it

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/09/19/le-risorse-il-carabiniere-ex-mussolini-e-laura-boldrini
Twitter