fbpx

Interrogativo Com.it.es.

Print Friendly, PDF & Email

Dato che i nostri rapporti con gli italiani nel mondo sono a prova di “tempo” (scriviamo per loro dal 1965), riteniamo utile prospettare alcune nostre riflessioni in materia di rappresentatività delle nostre Comunità all’estero. Anche se le decisioni sull’evoluzione dei fatti resta in Patria. Intanto, il numero maggiore di Com. It. Es. si trova in Europa (67).

In buona sintesi, i Com.It.Es. sono organismi elettivi per le relazioni con le Circoscrizioni Consolari di pertinenza. Il numero dei Membri dei Comitati varia riguardo al numero di Connazionali effettivamente presenti nelle Circoscrizioni interessate. Se sono meno di 100.000, i Membri dei Com.It.Es. sono 12. In caso di numero maggiore (come da risultati AIRE), i Membri salgono a 18. Sino a questo punto, nulla di nuovo.

 Però, con un recente Decreto Legge, il voto può essere esercitato solo dai Connazionali all’estero che ne facciano esplicita richiesta ai Consolati di pertinenza. Gli italiani all’estero che non si adeguassero al disposto in questione potrebbero non votare. Con quest’appunto, s’è innescata, infatti, una comprensibile perplessità sul voto attivo. Anche perché, nelle more della futura Legge Elettorale, stesso meccanismo potrebbe essere esteso anche al voto politico da oltre frontiera. Del resto, riteniamo che, accertato il diritto, si debba solo sostenerlo.

Pur con tutta la buona volontà, non siamo in grado d’offrire nessun parere oggettivamente accessibile su questa realtà. I tempi, con motivazione risibile, si sono, comunque, “allargati” e non ci resta che prendere atto, senza personali commenti, delle decisioni che, tanto per non cambiare, “cascano” sempre dall’alto.

Giorgio Brignola-O.E.I.M.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/09/20/interrogativo-com-it-es
Twitter