fbpx

Sequestro record da parte dell’Interpol di prodotti medicali e farmaci contraffatti

Print Friendly, PDF & Email

Sequestro record da parte dell’Interpol di prodotti medicali e farmaci contraffatti in tutto il mondo commercializzati in “rete”.  L’ennesima conferma dei rischi degli acquisti online di farmaci e prodotti medicali

L’Interpol ha annunciato in data odierna un sequestro record di 25 milioni di prodotti medicali e farmaci contraffatti a livello globale distribuiti su internet, per un valore superiore a 51 milioni dollari (43 milioni di euro). Tra i farmaci sequestrati vi sono integratori alimentari, analagesici, trattamenti per l’epilessia, prodotti nutrizionali, ha detto in un comunicato stampa rilasciato dall’agenzia di cooperazione della Polizia internazionale, che ha sede a Lione (sud-est della Francia). L’operazione Pangea X, è questo il nome dell’inchiesta, è stato condotta in 123 paesi, un numero record, tra il 12 e il 19 settembre. Ha proceduto a 400 arresti e sono stati chiusi ben 3.584 siti web e più di 3.000 annunci pubblicitari su internet che reclamizzavano prodotti farmaceutici sono stati sospesi. Secondo l’Interpol, Pangea X è anche interessata alla vendita illegale di apparecchi medicali, quali impianti dentali, profilattici, siringhe e materiale chirurgico, che ha portato a sequestri per 500.000 dollari (420.000 Euro). L’Interpol ha riportato nella sua dichiarazione la partecipazione per la prima volta di molti paesi africani. Pericolo per i consumatori “La vendita di prodotti farmaceutici contraffatti o falsi è una preoccupazione crescente nel mondo perché è un pericolo per la salute degli ignari consumatori che ritengono che i farmaci sono sicuri,” secondo quanto sostenuto da Immanuel Sam, responsabile dell’ufficio Interpol in Namibia. L’operazione Pangea è stata lanciata nel 2008. Solo otto paesi parteciparono all’inizio. L’Interpol è preoccupata per il crescente flusso nel corso di un decennio di prodotti farmaceutici non autorizzati o non controllati su internet. Questa tendenza “mette in pericolo la vita”, ha lanciato l’allarme il direttore esecutivo per la polizia all’Interpol, Tim Morris. «Il fatto che siamo arrivati a tali risultati significativi dopo dieci anni di funzionamento di Pangea dimostra che la vendita online di farmaci vietati è una sfida persistente e crescente» per le autorità interessate, ha detto Morris. Pangea X mira inoltre a sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi connessi con gli acquisti di farmaci su internet, secondo l’Interpol.

Si tratta, quindi,dell’ennesima conferma dei rischi connessi agli acquisti online di farmaci e prodotti medicali, per i quali da tempo continuiamo a segnalare i pericoli per la salute in quanto la frode è dietro l’angolo per l’impossibilità di verificare preventivamente la genuinità dei prodotti.

                                                                                                                                                                                           

Giovanni D’AGATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/09/26/sequestro-record-da-parte-dellinterpol-di-prodotti-medicali-e-farmaci-contraffatti
Twitter