Estero

Catalogna: ha votato il 42%, il 90% per l’indipendenza

A man waves an ‘Estelada’ (Pro-independence Catalan flag) from a balcony after the closing of the ‘Espai Jove La Fontana’ (La Fontana youth center) polling station, on October 1, 2017 in Barcelona.
Spanish riot police stormed voting stations today as they moved to stop Catalonia’s independence referendum after it was banned by the central government in Madrid. At least 92 people were confirmed injured as hundreds tried to prevent the polling stations from being closed, Catalan officials said. A total of 465 people were treated at hospitals and health centres, while Spain’s interior ministry said 12 police officers were injured.
/ AFP PHOTO / PAU BARRENA

GOVERNO CATALANO: ORA DECIDE NOSTRO PARLAMENTO SE PROCLAMARLA

Con un’affluenza del 42%, ha ottenuto circa il 90% dei si’ il referendum tenuto in Catalogna per l’indipendenza dalla Spagna. Sarebbero andati a votare il 55% senza le repressioni, secondo il governo catalano. Madrid “ha scritto una pagina vergognosa”, afferma Puigdemont. Il vicepresidente Junqueras afferma che spettera’ ora al parlamento catalano decidere se dichiarare l’indipendenza. Rajoy oggi riunisce la direzione del Pp.

Il presidente catalano Carles Puigdemont ha detto ieri sera che la Catalogna ha conquistato il diritto all’indipendenza dalla Spagna dopo che “milioni” di persone sono andati ai seggi per votare nel referendum proibito da Madrid e segnato dai disordini. “Con questo giorno di speranza e sofferenza, i cittadini della Catalogna hanno conquistato il diritto a uno stato indipendente sotto forma repubblicana” ha detto ieri sera Puigdemont alla tv. Il presidente catalano ha invitato la Ue ha smettere di “voltare la testa” di fronte alle violenze della polizia spagnola sugli elettori, in seguito alle quali oltre 800 persone sono rimaste ferite.

Il novanta per cento di oltre 2,26 milioni di partecipanti al referendum in Catalogna ha votato a favore dell’indipendenza della regione, con 15.000 voti ancora da contare: lo ha detto il portavoce del governo catalano Jordi Turull. “Sono stati contate complessivamente – ha spiegato – 2.262.424 di schede. Ci sono state 400 stazioni elettorali che sono state chiuse o dove non abbiamo potuto contare i voti, costituirebbero il 100% del censimento di 5,3 milioni di persone. Rappresenterebbero 770.000 elettori, che non hanno potuto votare “. Secondo Turull, il 90% degli elettori ha sostenuto la secessione della regione dalla Spagna. “Sappiamo – ha precisato – che il numero di elettori che hanno votato Si’ e’ di 2.020.144, il che rappresenta il 90 per cento degli elettori che sostengono l’indipendenza della Catalogna: erano 176.566 persone che hanno votato No e rappresentano il 7,8 per cento dei voti. Ci sono state 45.686 schede bianche che rappresentano 2 per cento e abbiamo anche 20.129 voti nulli che rappresentano lo 0,89 per cento dei voti “. Circa 15.000 voti sono ancora da contare, ha aggiunto Turull.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE