fbpx

Acta Est Fabula

Print Friendly, PDF & Email

Iintervista al Professor Santo Mancuso dal  Brasile

Ben ritrovato Professor Mancuso. La situazione generale sembra peggiorare giorno per giorno. Domenica in  Catalogna, il 40% degli elettori ha votato, tra polemiche generali e atti di violenza, a favore dell’indipendenza. Ricordiamo ai lettori che in Spagna non è previsto, come in Italia, l’Istituto del referendum popolare e sui social sono apparse moltissime notizie tendenziose e misteriose circa il coinvolgimento delle forze mondialiste per destabilizzare l’Unione Europea. Ovviamente la Stampa tutta europea si è dimostrata miope di fronte a tali discutibili episodi. Chi ha voluto il Referendum di un pseudo Stato mai esistito, in prima fila tutti quei compagni con pugno chiuso che inneggiavano al marxismo e che spingono per l’indipendenza, hanno violato la Costituzione spagnola?

Ben ritrovato Dr. Ventrella, beh questo non ci sorprende poiché lo stiamo asserendo da mesi che con la inerzia dei popoli avvengono catastrofi.

Quanto agli avvenimenti spagnoli recenti, dovremmo tenere in considerazione la reale situazione di movimenti storici scissionisti, poiché non è di oggi la volontà separatista catalana.

Per inciso anche in Italia esistono molti movimenti secessionisti, in Sardegna o lo stesso Principato di Seborga che sebbene trattato alla stregua di un pittoresco movimento, rivendica su basi storiche la propria indipendenza a suon di carte bollate presso il tribunale di Strasburgo.

Ma tornando alla Spagna, rileviamo che la volontà di determinate etnie che formarono la attuale Spagna, e che furono annesse senza volontà popolare, illo tempore, scatenano ad un certo punto la propria rivendicazione, sebbene possono essere strumentalizzate da forze esterne, per suffragare la sua tesi nella domanda; il nazionalismo basco, il secessionismo catalano,sono sol alcune delle spinte secessioniste spagnole cui si sommano il secessionismo Galiziano o proprio quello delle isole Canarie, il terrorismo basco e le spinte catalane sono quelle più radicate, per questo il governo Spagnolo non può cedere ammettendo il referendum che se da una parte non ha validità secondo legge, deve far riflettere per il numeri che ne sono usciti fuori, ossia un suonato 40%, che deve indurre ad una revisione delle posizioni governative circa una possibile politica federalista.

L’insorgere di movimenti nazionalisti nell’Europa intera e la rivalutazione dei più antichi, già esistenti da secoli, sono il frutto della endemica incapacità di governare dell’Europa e di saper riconoscere le peculiarità di ogni soggetto etnico che forma l’UE.

Ci stiamo avviando verso un conflitto di vasta scala, Madrid non lascerà i secessionisti compiere il loro intento poiché questo lascerebbe un precedente insanabile.

In Italia quasi 5 milioni di persone vivono in povertà assoluta, perché, secondo Lei professore per il Partito Democratico le priorità restano le lotte di potere, le Banche (qualche giorno fa è stato eletto Presidente della Commissione di Inchiesta il magnifico e sempre presente Sen. Pierferdinando Casini, non se ne conoscono le doti professionali!), lo Ius Soli e lo stupendo (scherziamo ovviamente nda) libro di Matteo Renzi?

Da sempre chi fondò il PD fece questione di mostrare i muscoli in una becera forma di fare politica, oggi questi sono i frutti di un’elite evoluta secondo quei crismi, dunque nessuna meraviglia se oggi un Renzi è il proprietario di questa lobby.

Il PD oggi è quel grande calderone dove gli interessi di tutti si ritrovano, Casini è socio azionista di due Banche che sono interessate ad aiuti governativi, dunque è solo per mantenere lo status quo, del resto le Commissioni di inchiesta nel mondo intero, da sempre sono fumo negli occhi di chi chiede verità che non saranno mai dette.

Lo IUS Soli già fu oggetto di miei chiarimenti in precedenti sue interviste, e ormai chiaro che servono voti per assicurarsi le prossime elezioni, e sino a quando non sarà legge, non si avranno elezioni libere.

Lo IUS SOLI potrebbe avere un senso per quei figli di immigrati che già da anni sono regolarizzati sul suolo nazionale, per i quali si, ritengo possa essere utile e necessario, ma non possiamo riconoscere italiani figli di immigrati arrivati ieri e senza una identità certa e i cui genitori forse neppure vogliono stare in Italia.

Proprio di queste ore è la notizia che il ministro Del Rio si autoproclama in stato di sciopero della fame per protestare contro la cautela che il governo sta mantenendo circa questo provvedimento iniquo, inutile, folle,  e dannoso per il bene nazionale, ma che serve solo a creare nuovi votanti delle sinistre e non aiuta in alcun modo i giovani nati in Italia, figli di migranti che comunque, diverranno cittadini italiani ove mai sceglieranno di esserlo alla maggiore età.

il Generale Pappalardo “coram populo” annunciò che tra circa una settimana ritornerà a Roma per esigere lo scioglimento coatto delle Camere in esecuzione alla sentenza, vediamo che succede!

Il Libro di Renzi è una autoproclamazione vuota di chi sta ridisegnando gli strafalcioni di malgoverno secondo una sua visione illusoria. Parliamo del nulla!

Caro Professore dopo prove di disgelo anche il Sen Zanda, capogruppo alla Camera del PD, si è dichiarato contrario alla norma voluta dal M5S anti- Berlusconi, ritenendolo ad personam. Sbaglio o qui ci troviamo nell’anticamera dell’ennesimo inciucio all’italiana che vedrà il prossimo Governo PD – Forza Italia? Ci chiediamo: non potevano farlo in questo 25 anni di lotta  o finta lotta evitando cosi di portare il Paese sul baratro del fallimento?

Fa parte del gioco della politica, il sistema elettorale attuale richiede che ciò accada, e comunque Berlusconi ha solo questa opportunità, e la vanagloria renziana che è seconda solo a quella berlusconiana sta facendo il suo corso. Credo sia ora di smetterla di vedere il PD come un partito di sinistra, poiché il comunismo si è evoluto e chi ama il denaro più di ogni altro sono proprio quei comunisti ripuliti e imborghesiti che si lavano la bocca con la libertà ma sanno che senza ricchezze economiche il potere no si mantiene. Le destre italiane sanno questo e ci sguazzano, cosi da poter dire sempre dopo, “noi lo avevamo detto!” Dulce bellum inexpertis, expertus metuit, stanno preparando una guerra che non avrà vincitori italiani, e “Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur”, mentre loro si spartiscono il paese, il paese sta essendo invaso e per questo in questa guerra chi vincerà sarà sempre l’invasore.

In tre anni in Italia, durante la guida di Matteo Renzi, sono state pignorate ai cittadini italiani 426.000 case e nessuno ne parla. E’ normale che uno Stato tuteli più i migranti e non i suoi cittadini? La storia condannerà  i comunisti  e tra questi quali saranno i più odiati?

Il popolo dimentica rapido, e se continua questo sonno letargico degli italiani, la storia la scriverà sempre chi vince. Ventrella veda, dopo morti anche delle canaglie diventano Santi.

Tuttavia, esistono verità che non possono essere nascoste per sempre, citando Orazio che nella sua opera “Satire” scriveva: “est modus in rebus sunt certi denique fines, quos ultra citraque nequit consistere rectum” (esiste una misura nelle cose; esistono determinati confini, al di là e al di qua dei quali non può esservi il giusto) appare chiaro che chi ha errato sarà giudicato nonostante l’inerzia e l’oblio di queste generazioni.

Socrate diceva: “Io non posso insegnare niente a nessuno, io posso solo farli pensare”. Professore perché in Italia sono poche le persone che pensano?

Beh, veda quando esiste il pensiero unico dominante il popolo si accostuma a quello che conviene e evita di pensare. I cambiamenti fatti con piccoli passi fanno adattare i popoli e non si percepiscono i danni, se non quando già è tardi. Rommell diceva che una bugia ripetuta mille volte diventa verità, e questo accade sin dai tempi di Socrate.

Vuole che il popolo pensi? Svuoti i supermercati, spenga le tv, vedrà che comincerà a svegliarsi, poi se blocca il campionato di calcio, allora avrà le piazze piene di intellettuali. Ma questo a chi gioverebbe?

“Omne animal post coitum triste.” In Italia ancora si gozzoviglia molto, dunque non si ha la percezione del pericolo, e come dicevano i romani, ogni animale dopo il coito diventa mesto, giustamente per questo si offrono grandi divertimenti, per far godere il popolo e renderlo mite e poco incline a pensare; Giovenale nelle Satire diceva: “populus duas tantum res anxius optat panem et circenses”.

Qualche settimana fa George Soros ha ricevuto un attacco hacker e gran parte dei documenti sono stati pubblicati. Si parla di 2.500 documenti provati sottratti a questo galantuomo, si è scoperto un vastissimo network operativo dove figurano attività collegabili a tutte le aree geografiche del mondo: Stati Uniti, Europa, Asia, America Latina ed Africa. Ci sono anche nomi di politici italiani e come se non bastasse, questo gran signore, è stato ricevuto in Italia a porte chiuse anche dalla Alte cariche istituzionali. Che cosa si saranno detti? Professor Mancuso, dove inizia e dove finisce il male? Esiste una linea di demarcazione, oppure, sono i soldi ed il potere a determinarla?

Che Soros abbia sogni di onnipotenza questo lo si sapeva da circa trent’anni, ma non se ne parlava, il delirio di onnipotenza tipico dei migliori film di James Bond, sarà mortificato dalle posizioni di Putin che ha giurato in più circostanze recenti, battaglia a questo personaggio e alla sua equipe.

Questa sua questione del male e del bene è la diatriba che da sempre percuote la filosofia, la risposta più eloquente è che dal bene non sempre viene il bene e dal male non sempre viene il male.

Soros detiene grande parte dei debiti pubblici di questi paesi, non lui personalmente, ma l’entourage economico delle’elite di cui lui fa parte, questo permette a lui di essere ricevuto come benefattore sebbene sappiamo essere una canaglia.

In questa inversione di valori, oggi tutto e il contrario di tutto sono plausibili, stanno cercando di distruggere il mondo così come lo hanno costruito, e la chiesa sta zitta poiché fu complice di ciò.

In Brasile settimana scorsa nel MAM (Museo di Arte Moderna) si è esibito un uomo nudo con delle bambine che lo toccavano e questa è passata per esibizione di alta espressione artistica, per giunta pagata con i fondi governativi, in Francia sta accadendo la stessa cosa in questi giorni, cosa vuole che le dica, stanno promuovendo la pedofilia come segno della civiltà, questo è male? Per chi non la pensa così, sarebbe male, ma per gli intellettuali questo è segnale del bene e di una grande libertà di espressione e se lei reclama, è tacciato di bigottismo e volgarità di costume.

Stranamente la chiesa cattolica brasiliana, ha taciuto su questa vicenda mentre invece le chiese evangeliche che rappresentano le fasce più popolari, si stanno ribellando tanto che ne è nato una polemica che arriverà al plenario federale.

Ultima domanda. Papa Francesco Domenica, recandosi a Bologna, ha voluto abbracciare i migranti e si è prestato alle foto. Perché  fino ad oggi Sua Santità non ha fatto una foto con gli italiani che vivono sotto i ponti o in macchina e non ha detto mai una parola di aiuto anche per la povera Peppina sfrattata a 95 anni? Quando in Italia ci saranno più Moschee che Chiese, che fine farà la religione cattolica e la Santa Chiesa di Roma?

Come le dissi la chiesa romana ha smarrito i propri valori, leggevo che il Santo padre ha ridotto se non addirittura abrogato i cespiti mensili che spettano ai sacerdoti ai vescovi e ai cardinali, lui steso non percepisce redditi ma si è lasciato la libertà di attingere a piene mani dall’Obolo di San Pietro, qualche malpensante potrebbe sospettare, ma noi siamo benpensanti, dunque ci asteniamo.

È la demagogia che fa sensazionalismo, fa più pena un immigrato, brutto sporco e cattivo che un italiano, qualcuno potrebbe rispondere che la povera signora Peppina ha già vissuto abbastanza, e poi ci sono gli ospizi, mentre giovani baldi venuti da lontano a migliorare l’Italia, hanno diritto anche ad una foto col Papa, è il gusto del diverso che fa sensazionalismo.

Del resto Ventrella, di che si lamenta, anche Lei terrone, ha la sua bella foto col Santo Padre.

Grazie Professore Mancuso per la Sua sempre viva disponibilità.

Io che ringrazio Lei come sempre, disponga!

Natale Ventrella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2017/10/05/acta-est-fabula
Twitter