Osservatorio Emigrazione ItalianaSenza categoria

Che la “giornata” inizi!

Dopo il varo del “Rosatellum”, ottenuto a “bordate di fiducia”, nell’attesa dei confronti e delle discussioni che la nuova normativa elettorale scatenerà, e non solo all’estero, semplicemente torniamo a proporre il riconoscimento di una “Giornata degli Italiani nel Mondo” per il quale, addirittura, è stata proposta una legge.

Per la verità, non speravamo tanto. Anche in considerazione della palese mancanza d’interesse politico per un’iniziativa che avevamo già proposto al tempo dell’On. Tremaglia. Comunque, il provvedimento normativo, dopo il “consenso” della Camera, andrà al Senato. Questa volta, però, non ci sarà bisogno del capestro della “fiducia” per varare un provvedimento che avrebbe dovuto coinvolgere i nostri Parlamentari da, almeno, un decennio.

La “Giornata” che abbiamo ipotizzato non aveva bisogno di una normativa da rispettare. Per noi, rappresenta, come rappresenterà, un riconoscimento morale ai milioni di Connazionali che, negli anni, si sono trasferiti all’estero per cercare un futuro meno incerto che in Patria. A nostro avviso, non è importante stabilire quale dovrà essere il giorno “predestinato”, né l’organizzazione di una sorta di “cerimoniale”.

Terminiamo con l’augurio che, col 2018, questo Parlamento in via di dismissione, trovi il tempo, e la voglia, per dare ufficialità a un evento che, per sua natura, ne poteva anche farne a meno.

Giorgio Brignola – Coordinamento O.E.I.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE