Musica&Spettacolo

Roma, ad Albano dal 10 dicembre il Festival Liszt

Torna dal 10 dicembre al 14 gennaio prossimi il Festival Liszt: una 31esima edizione nella cornice storica del Palazzo Savelli di Albano (Roma) ricca di ospiti da Italia, Ucraina e Ungheria per ciqnue appuntamenti che uniscono la musica del romanticismo europeo, con focus su Liszt, Mozart, Beethoven e Brahms, a quella popolare, le rivisitazioni storiche ottocentesche ai gran balli in stile, con la Compagnia Nazionale di Danza Storica con Nino Graziano Luca, l’Orchestra da Camera di Stato dell’Ucraina Khmelnytsky Chamber Orchestra, Gabrielle Mouhlen, Quartetto Taag e Vincenzo Maltempo.

Il festival si apre il 10 dicembre con la Compagnia Nazionale di Danza Storica con Nino Graziano Luca, in un percorso coreografico legato al gran ballo dell’Ottocento sulle orme di Liszt ovvero di quella società e quei luoghi che hanno visto il musicista partecipe di un afflato culturale proprio della sua epoca. Un autentico ‘grande evento’ che proporrà il meglio delle coreografie e delle composizioni musicali dei Gran Balli che si svolgevano nelle terre in cui visse Franz Liszt nel corso del XIX secolo: l’Austria, la Francia, l’Inghilterra, la Russia, la Germania, la Svizzera e, ovviamente, l’Italia.

‘Sogno d’amore. Un romantico Gran Ballo sulle orme di Franz Liszt’ è allestito con ballerini professionisti in frac e abiti crinolina che eseguono valzer, quadriglie, contraddanze, mazurche tratte dai manuali dei più celebri maestri del XIX secolo e dai più incantevoli film in costume. Uno spettacolo emozionante anche per il repertorio musicale che oltre a Liszt prevederà Strauss, Verdi, Ziehrer, Bellini, Ciajkovsky, Puccini. Il 22 dicembre sarà poi la volta dell’Orchestra da Camera di Stato dell’Ucraina Khmelnytsky Chamber Orchestra con la partecipazione del soprano Gabrielle Mouhlen: danze popolari e vocalità nelle sue declinazioni liederistiche e liriche con musiche di Liszt, Grieg, Rossini, Strauss. Programmi della tradizione cameristica andranno in scena il 7 gennaio (Beethoven e Brahms con il celebre Quintetto op. 115) con un giovane quartetto italiano, il Quartetto TAAG con Maurizio D’Alessandro al Clarinetto e giovedì 11 gennaio 2018 con i capolavori cameristici di Liszt, Mozart, Beethoven, affidati al trio Carannante-De Vero- Orban. Il Festival Liszt di Albano si concluderà il 14 gennaio 2018 con un il pianista Vincenzo Maltempo particolarmente dedito al repertorio lisztiano di cui eseguirà Rapsodie ungheresi 2,13,14 – Valle d’Oberman, Totentanz.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE