fbpx

“Scandaloso il comportamento della Regione Puglia nei confronti del professor Laforgia”

Print Friendly, PDF & Email

BARI – Nota del Consigliere regionale di Sinistra Italiana, Mino Borraccino.

La conferenza stampa del Presidente Michele Emiliano sulle esperienze e sulle prospettive del Polo pediatrico nella rete sanitaria regionale, che ha dato il via all’incontro di Aggiornamento in Neonatologia. Scandalosa è però la gestione organizzativa di tale incontro! Tra i numerosi partecipanti il dott. Ruscitti, Capo Dipartimento alla Promozione della Salute della Regione Puglia, il dott. Villani, Presidente della Società Italiana di Pediatria, Paolo Petralia, Direttore Generale del Gaslini di Genova, Massimiliano Raponi Dragoni, Direttore Sanitario del Bambin Gesù di Roma, dott. Del Vecchio, Direttore del Dipartimento materno-infantile, non figura però un nome autorevole, luminare del nostro territorio, quello del professor Laforgia. Presidente regionale della SIP (Società Italiana di Pediatria), Primario di Neonatologia del Policlinico di Bari nonché Professore di Pediatria della Scuola di Medicina dell’università degli Studi di Bari, Laforgia è stato totalmente escluso dall’evento, pur essendo un’autorevole professionalità in materia e rivestendo un ruolo di spicco nella Sanità pugliese.

Tra le notevoli difficoltà dovute al periodo storico e ai tagli al settore, il prof. Laforgia dirige il reparto di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico di Bari, che risulta essere un’eccellenza regionale e non solo. Ed invece di ricevere un meritato riconoscimento per il suo ruolo, viene addirittura ‘dimenticato’: segno di uno sgarbo politico ed istituzionale. Mi chiedo come si possa parlare del Polo Pediatrico Pugliese senza considerare un ramo importante del settore che è quello universitario e senza chi si occupa ogni giorno di formare i giovani futuri medici e di portare avanti progetti di ricerca, conciliando tale ruolo con una assistenza sanitaria d’eccellenza.

Quello che appare è un totale disinteresse del Presidente Emiliano verso il ruolo che l’Università ha sul territorio ed in particolare il contributo che la Scuola di Medicina ed i suoi rappresentanti possono dare non solo al presente ma soprattutto al futuro della nostra regione.
L’esclusione del professor Laforgia è l’esclusione di un professionista meritevole, rappresentante della nostra regione a livello nazionale ma è anche il simbolo del totale disconoscimento e dell’esclusione del mondo universitario dalla discussione politica e gestionale della sanità.

Di certo, un gesto simile mal si può correlare ad una gestione diligente della sanità regionale, perché denota la prevalenza di personalismi rispetto alla valorizzazione delle risorse umane e professionali, che dovrebbero costituire un vanto per la nostra regione. Su personalità come il prof. Laforgia dovremmo dover avvalerci come istituzioni per consolidare le buone esperienze e produrne di nuove. Su esempi simili dovremmo incentrare una politica fatta di continui slanci verso la ricerca e l’innovazione, ma soprattutto dovremmo saper guardare al futuro della nostra regione facendo dell’Università, dei giovani, e di chi li forma, il centro di promozione del progresso e della buona sanità”

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/01/05/scandaloso-il-comportamento-della-regione-puglia-nei-confronti-del-professor-laforgia
Twitter