fbpx

La crisi colpisce anche la pallavolo in Puglia, ma Bari resiste e detiene il primato

Print Friendly, PDF & Email

La crisi economica è un fattore ormai noto in tutto il mondo, quotidianamente si assiste alla chiusura di centinaia di aziende, società e cooperative, con pesanti conseguenze e ricadute sul mondo del lavoro, che costringe molti giovani a migrare altrove in cerca di fortuna. La perdita del posto di lavoro è umiliante soprattutto per chi arrivato intorno ai quart’anni si ritrova all’improvviso senza più lavoro e senza più alcun sostentamento economico. Tutto ciò si ripercuote con effetti negativi nelle migliaia di famiglie che sono costrette a dover tagliare i costi e quindi a negare ai propri figli l’accesso al mondo dello sport e talvolta in casi peggiori anche al mondo dello studio.

Lo sport è fondamentale per i giovani, serve ad insegnare disciplina, a socializzare senza l’ausilio di facebook e/o altri social network, a imparare i valori della vita, ma soprattutto ad accettare le sconfitte che la stessa vita può riservare.

La pallavolo è uno dei pochi sport ad essere dilettantistico, nel quale non c’è contatto fisico, non si può essere solisti, non si può non fare a meno dei propri compagni di squadra, che sono una componente fondamentale per conquistare la vittoria. In questo sport è molto importante il gioco di squadra, la sinergia tra i giocatori è la chiave del successo. Purtroppo con l’avvento della crisi la pallavolo in Puglia ha subito una battuta d’arresto, molte società non hanno più iscritto le loro squadre ai campionati, clamorosa è stata la notizia della Exprivia Molfetta che a partire da questa stagione sportiva non milita più nel massimo campionato di SuperLega. Ma se la mancata iscrizione alla Serie A1 maschile del Molfetta può essere compensata con la promozione e l’iscrizione della New Mater, che mantiene alta la fede e la tradizione pallavolistica pugliese, a livello regionale e provinciale si registrano gli effetti più negativi della crisi economica.

Dai dati diffusi dal Comitato Fipav Puglia emerge una realtà sconfortante per i Comitati Territoriali di Taranto, Brindisi e Lecce, dove si registrano per il campionato di U18 maschile 5 squadre a Brindisi, 1 a Lecce e 1 a Taranto. Il numero aumenta lievemente per il campionato U18 maschile dove risultano iscritte 3 squadre a Brindisi, 12 a Lecce e 1 a Taranto, mentre per quello U18 femminile sono iscritte 10 squadre a Brindisi, 20 a Lecce e 9 a Taranto. Scendendo di categoria, nel camponato U16, che rappresenta il trampolino di lancio per un atleta, per quello maschile risultano iscritte 2 squadre a Brindisi, 20 a Lecce e 9 a Taranto, per quello femminile invece, 13 squadre a Brindisi, 27 a Lecce e 12 a Taranto.

Il Comitato Territoriale di Bari invece registra dati molto più confortanti, anche grazie all’ottimo lavoro svolto dalle società presenti sul territorio, che nonostante la crisi hanno sempre investito sui giovani e continuano a farlo. Una società storica che milita nel mondo della pallavolo dal 1967 e nel 2007 decide di fondare una vera e propria Accademia del volley giovanile è la Materdomini Volley. Il notevole contributo dato dalle società trova pieno appoggio anche da parte delle realtà commerciali che decidono di investire utili sul territorio, ma, un plauso va rivolto anche al Comitato Provinciale FIPAV Bari che è sempre in sintonia con le società.

A partire dalla stagione sportiva 2016/2017 il Comitato Territoriale di Foggia a causa del ridottissimo numero di squadre ha chiesto l’annessione a quello di Bari, quest’ultimo si è dichiarato subito disponibile a gestire le esigenze e le problematiche legate alle squadre e a colmare le distanze tra i due Comitati individuando un punto d’incontro per consentire il regolare svolgimento dei campionati, dando il necessario supporto agli addetti ai lavori.

Questi i dati riguardanti il Comitato Territoriale di Bari: campionato U20 maschile 9 squadre iscritte, U18 maschile 25 squadre, in quello femminile invece sono 37, U16 maschile 36 quello femminile annovera 48 squadre. Le squadre appartenenti all’ex Comitato di Foggia per il campionato U20 maschile sono 2, per quello U18 maschile sono 3, per quello femminile 8, per il campionato U16 maschile sono 6, per quello femminile 8. Pur sottraendo le squadre dell’ex Comitato foggiano quello di Bari resta l’unico nella Regione Puglia ad avere maggiori squadre iscritte nei vari campionati territoriali e soprattutto in quello U16.

Si può fare ancora molto contro la crisi, per investire in sport minori come la pallavolo, che a differenza del calcio, unisce e non divide, e può insegnare i veri valori della società civile oltre che regalare forti e indelebili emozioni anche all’età di 16 anni come è avvenuto per Gabriele Condorelli premiato come miglior libero e Piervito Disabato premiato come miglior schiacciatore del campionato italiano U16 maschile, quest’ultimo ha vinto il campionato europeo U17 nel 2017 con la maglia della nazionale italiana ed è stato premiato come MVP.

Maria Federica Dimantova

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/01/10/la-crisi-colpisce-anche-la-pallavolo-in-puglia-ma-bari-resiste-e-detiene-il-primato
Twitter