Sollievo da Bruxelles, Parigi plaude, e l’Euro torna a volare

Superati gli scogli sul fisco e sui migranti, si apre la strada in Germania per un governo di Grande Coalizione. Per il leader della Spd Martin Schulz si tratta di ‘un risultato eccezionale’ e porta ‘un contratto di governo’ sullo stato sociale, con l’aumento degli aiuti alle famiglie, gli investimenti nel sistema della formazione. La cancelliera Angela Merkel spiega di avere ‘lavorato per un governo stabile’ ma, ha aggiunto, ‘dobbiamo essere piu’ veloci nelle decisioni’. Sono ‘buone notizie’ per Bruxelles, Roma e Parigi, E l’euro vola ai massimi da tre anni.

I negoziatori dell’Unione (Cdu-Csu) e ora anche quelli del Spd hanno dato parere positivo all’intesa raggiunta dai dirigenti dei tre partiti e rispettivi capi-gruppo. I dirigenti dei partiti si sono accordati per superare gli scogli che da settimane incagliavano le trattative per una nuova riedizione della Grosse-Koalition: tasse e migranti. E’ stato raggiunto l’accordo di non aumentare l’aliquota massima di imposta, come invece chiedeva l’Spd, e di permettere il ricongiungimento familiare dei migranti al ritmo di mille persone al mese. “L’intesa tra Merkel e Schulz getta le basi per un governo di coalizione in Germania. Una buona notizia per l’Europa”, scrive su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. “La stabilita’ della Germania e’ preziosa non solo per i tedeschi, ma per l’Europa intera. L’auspicio e’ che grazie all’Spd la Germania possa contribuire a cambiare l’Europa su questioni concrete come il salario minimo europeo”. Cosi’ il presidente del Gruppo dei socialisti europei, Gianni Pittella. “Non entriamo comunque nelle questioni nazionali che riservano ognuna caratteristiche e dinamiche indipendenti”, conclude Pittella. 

Angela Merkel ha promesso una “nuova partenza” per l’Europa, dopo oltre 24 ore di trattative con i socialdemocratici con il raggiungimento di un accordo di principio per un nuovo governo in Germania. “Nel lungo tempo passato dalle elezioni, abbiamo visto che il mondo non ci aspetta. E per quanto riguarda l’Europa, siamo convinti che c’è bisogno di una nuova partenza”, ha detto la cancelliera in conferenza stampa a Berlino. Secondo il testo dell’accordo di governo firmato da Cdu/Csu e i Socialdemocratici (Spd), il nuovo esecutivo “rafforzerà” e “riformerà” l’eurozona con la Francia per renderla più resiliente alle crisi. 

Print Friendly, PDF & Email