Giustizia

Bari, Società “Messa alla prova” a sostegno della rieducazione dei minori

di Maria Federica Dimantova

Discussione pubblica su reinserimento sociale dei minori devianti e ruolo delle istituzioni. Il rapporto tra la pretesa punitiva dello Stato e gli obiettivi di rieducazione di una società accogliente. Stato dell’arte e nuove prospettive.

Società “messa alla prova” è un evento organizzato dall’Associazione “Avvocati per i Minorenni Bari-Trani” che si terrà a Bari martedì prossimo, 16 gennaio, a partire dalle 15:30 presso la Sala San Giuseppe della chiesa del Redentore.

Il mondo della Giustizia Minorile ha bisogno di dibattito. I minori hanno bisogno di tutela, di rieducazione. Gli istituti, come la messa alla prova, ci sono. Bisogna, però, creare una interlocuzione proficua tra i cittadini e gli operatori del settore.

Chi pensa che l’istituto della messa alla prova del minore sia soltanto un sistema per evitare la punizione del reo – dichiara la presidente dell’associazione organizzatrice, l’avvocato Rosa Chieconon comprende che il vero beneficiario di detto istituto è proprio quella società urlante e giustizialista che, invece, dovrebbe avere interesse ad attivare sistemi di inclusione sociale che consentano il recupero dei minori devianti”. Quest’ultimi, infatti, attraverso un articolato percorso hanno la possibilità di comprendere il disvalore delle proprie azioni e di attivare una revisione critica del proprio essere che li aiuti a relazionarsi in modo nuovo, positivo e “giuridicamente corretto”.

Il luogo dell’incontro, patrocinato dall’Ordine degli Avvocati di Bari, dall’Ordine degli Psicologi e dall’Ordine degli Assistenti Sociali, rappresenta un simbolo dell’inclusione sociale dei minori per la Città di Bari. Si tratta dell’Opera Salesiana della Parrocchia del Redentore nel quartiere Libertà di Bari.

Interverranno: Il sindaco della Città Metropolitana di Bari, ing. Antonio Decaro, Il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Bari, dott. Riccardo Greco, il Sostituto Procuratore Minorile del TM, dott.ssa Carla Spagnuolo, il dirigente del Centro Giustizia Minorile, dott. Giuseppe Centomani, il neuropsichiatra infantile e criminologo, dott. G. Cipolla, il consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Bari, Avv. Guglielmo Starace, la consigliera nazionale forense, avv. Anna Losurdo, il consigliere della Camera Penale di Bari, Avv. Di Ciaula, la consigliera CROAS, dott.ssa C. Greco, il Presidente dell’Ordine degli Psicologi, dott. Di Gioia il direttore dell’Opera Salesiana del Redentore, Don Francesco.

A moderare l’incontro la dott.ssa Anna Maria Minunno.

Il Corriere Nazionale sarà presente e seguirà il dibattito tra cittadini, professionisti del settore e rappresentanti delle istituzioni.

I ragazzi non possono e non devono restare soli!

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE