fbpx

Strage in fabbrica a Milano

Print Friendly, PDF & Email

Strage in fabbrica a Milano

(Foto Fotogramma)

L’inalazione di sostanze tossiche, probabilmente azoto, è stata fatale. Erano scesi a controllare un forno, a due metri di profondità, utilizzato per la fusione ad altissime temperature: aveva dato dei problemi. Ma sono stati avvolti dalle esalazioni tossiche, che non gli hanno lasciato scampo. Altri due operai che si sono accorti di cosa stesse accadendo e hanno dato l’allarme, sono ricoverati in codice giallo.

“Terribile l’incidente sul lavoro di Milano” ha twittato il premier Paolo Gentiloni. “Un pensiero commosso alle vittime, ai feriti e alle loro famiglie”.

“E’ una tragedia terribile che non dovrebbe mai verificarsi” ha detto il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti. “Sono vicino alle famiglie delle vittime e spero che i feriti possano presto riprendersi. La legislazione italiana sulla sicurezza nei luoghi di lavoro è considerata una buona legislazione e il sistema dei controlli interviene su 200.000 imprese ogni anno. Serve, però, anche un impegno permanente di tutti i soggetti interessati ed una peculiare attenzione da parte degli imprenditori perché non dovrebbe mai accadere che un lavoratore perda la vita mentre svolge la sua attività”, conclude.

 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/01/17/strage-in-fabbrica-a-milano
Twitter