fbpx

Bari: a Cesena, si ferma al palo

Print Friendly, PDF & Email
photo by Marcello Tedesco

di Nicola Dammacco

Il Bari riapre il suo campionato così come lo aveva terminato con un pareggio sul campo di Cesena dopo quello dell’ultima giornata del 2017 a Carpi.

Un pareggio che non soddisfa i biancorossi che sin dalle battute iniziali hanno dimostrato di essere nettamente superiori alla squadra di casa.

Il Bari ha mostrato la sua superiorità dominando il campo sin dai primi minuti ma non riuscendo a trovare la via del goal, anzi.

Al tredicesimo è il Cesena a passare in vantaggio con Laribi che approfitta di uno svarione difensivo di Basha in coabitazione con Marrone.

Il Bari non si lascia abbattere dallo svantaggio e riprende a macinare gioco e creare occasioni non sfruttate dai propri attaccanti, in particolare da Kozak, prima da titolare, e soprattutto Improta che a tu per tu con Fulignati non riesce a trovare il goal del pareggio.

Finisce il primo tempo con il Bari immeritatamente sotto di una rete.

Nella ripresa il copione non cambia, con il Bari a spingere e creare occasioni e il Cesena a difendersi e ripartire in contropiede.

Al 50′ però grazie ad all’autorete di Suagher i biancorossi riescono a trovare il meritato pareggio.

La partita procede sugli stessi binari. Bari che attacca ma non riesce a sfondare.

L’occasione più nitida al minuto 86. Galano serve in area Cissè, entrato al posto di Kozak, che di prima intenzione calcia verso la porta con la palla che si stampa sulla traversa con Fulignati che nulla avrebbe potuto.

Il Bari ha creato tanto e a volte per poca lucidità, altre per l’ottima prestazione del portiere della squadra di casa non è riuscito a trovare il goal che avrebbe permesso di portare a casa tre punti preziosissimi.

Netta è stata la superiorità biancorossa. Una superiorità che però non ha prodotto l’effetto sperato, la vittoria.

Un Bari che comunque continua la propria striscia positiva restando fra i team che lotteranno fino alla fine per un posto in serie A.

Degne di nota le prestazioni di Diakitè che finalmente è tornato il giocatore conosciuto nei precedenti campionati di Serie A e di Sabelli che, come già detto in precedenza, se continuerà a giocare su questi livelli, si dimostrerà uno dei giocatori più importanti non solo dei biancorossi ma di tutta la serie B.

Il Bari continua a dimostrare di essere una squadra pronta a lottare fino alla fine per un posto in serie A e magari il mercato di Gennaio regalerà ancora un centrocampista capace di far fare ai biancorossi quel salto di qualità in grado di misurarsi alla pari con le altre squadre attrezzate per la promozione in Serie A in attesa della importantissima partita di sabato prossimo al San Nicola contro l’Empoli terza in classifica.

Avanti Bari, Noi ci crediAmo

Web editor Maria Federica Dimantova

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/01/21/cesena-bari
Twitter