fbpx

Pallavolo maschile Serie A1: la BCC demorde e regala a Trento la vittoria

Print Friendly, PDF & Email

Antonio Valenza

BCC VS Diatec Trentino 1-3 (25-23/22-25/25-27/16-25)

PalaFlorio – Bari

Pubblico 600 spettatori

Dopo la strepitosa e sudata vittoria contro Monza la squadra di mr. Lorizio è chiamata ad affrontare la gara di recupero della Superlega contro la Diatec Trentino. Quest’ultima dopo il difficile avvio a inizio campionato si è rimessa in carreggiata portandosi in 4 posizione, quindi in lotta per lo scudetto.

Nonostante i molteplici impegni il c.t. Lorenzetti decide di scendere in campo schierando il sestetto ufficiale, poiché la vittoria gli consente di guadagnare punti su Verona che attualmente è 5 con 32 punti, mentre Trento è 4 con 33 punti. Tra la rosa di Trento grande assente è il libero De Pandis, causa lesione menisco, costretto a dover ricorrere alla chirurgia.

La Diatec Trentino schiera: Giannelli (palleggio), Lanza e Kovacevic (banda), Carbonera e Zingel (centrali), Chiappa (libero), Vettori (opposto).

La formazione di Castellana Grotte allenata dal c.t. Lorizio scende in campo con: Paris (palleggio), De Togni e Costa (centrali), Hebda e Moreira (banda), Tzioumakas (opposto), Cavaccini (libero).

Primo set

Il primo set vede Trento spedita che si porta in vantaggio, ma, si culla troppo e così la BCC decide di accorciare le distanze, e, tra un errore in battuta e un attacco out si porta in vantaggio (8-6). Nulla sembra fermare la furia della BCC che con il vantaggio conquistato spinge sull’acceleratore per prendere le distanze da Trento che non sembra essere in grande forma oggi, complice anche il recente impegno sempre in campionato contro Verona, vinta da Trento per 3 set a 1.

Il tabellone rincuora troppo la squadra di casa e allora la Diatec Trentino al servizio mette in difficoltà la squadra avversaria mettendo a segno anche un ace, accorciando le distanze (16-14). Dopo il time out chiamato da Lorenzetti la BCC riaccende il motore e prova ad allungare il vantaggio, approfittando anche della scarsa concentrazione degli avversari, che sembrano smarriti in campo, portandosi sul parziale di 21-19.

Il vento sembra soffiare per la BCC che si lascia spingere, portandosi sul 24-22, e, dopo un attimo di fibrillazione, a chiudere il set in favore della BCC ci pensa il servizio sbagliato di Vettori 25-23.

Secondo set

L’avvio di questo set sembra suonare una musica diversa, entrambe le formazioni giocano a viso aperto, la difesa si piazza negli angoli scoperti, fare punto diventa arduo, ma ad avere la meglio è il Trento che conduce la gara a +3 (7-10). La speranza è l’ultima a morire, questo il motto che ha risvegliato la BCC, che con grande sacrificio riaggancia il Trento e pareggia i conti (15-15), grazie anche alle difese straordinarie del libero Cavaccini, che consentono alla squadra di costruire azioni di gioco.

Sull’onda dell’adrenalina prodotta grazie al pareggio Moreira perde la concentrazione è attacca due palla out che consentono a Trento di portarsi in vantaggio (17-19), costringendo c.t. Lorizio ad effettuare un cambio, dentro Rossatti per Moreira, ma il cambio non sortisce gli effetti desiderati, anzi, sembra aver creato disordine e caos, in tutto questo Trento allunga il vantaggio portandosi a +3 (19-22).

Le sorti del secondo set sono state contrassegnate da un paio di errori che hanno agevolato Trento nella vittoria del set per 22-25, la mancanza di lucidità negli attimi finali resta ancora una lacuna su cui lavorare, anche se molti progressi si sono visti.

Terzo set

La BCC scende in campo molto più agguerrita dopo la sconfitta del secondo set, e, cerca di imprimere il suo gioco e il suo ritmo agli avversari che durante il set reagiscono e rispondono, ma, il tabellone segna 8-5 per la BCC che non abbassa la guardia. Il c.t. Lorenzetti decide di non schierare Lanza forse per preservarlo in vista delle gare di sabato 27 e domenica 28, al suo posto schiera Hoag.

Ancora una volta la mancanza di lucidità della BCC consente a Trento non solo di pareggiare ma di portarsi in vantaggio seppur di un punto (9-10), costringendo gli avversari ad ingranare il ritmo di gioco e a sprecare più energie per raggiungere la parità. L’impresa è ardua ma la BCC ci crede e prova a riaprire la gara che sino a quel momento sembrava già chiusa, e, punto dopo punto raggiunge la parità 15-15, e, inizia a rispondere ai colpi degli avversari, mostrando la giusta grinta e determinazione che era mancata durante metà gara. A perdere la lucidità e la Diatec Trento che commette un paio di errori in attacco e consente alla BCC di portarsi in vantaggio, subito azzerato da Trento, complice anche una decisione arbitrale dopo la consultazione del video-check, che lascia sconcertati i ragazzi di mr Lorizio.

Il finale del set per l’andamento poteva assomigliare ad una favola, quindi con un lieto fine, ma così non è stato, la BCC che ha condotto il finale di set con 2 punti di vantaggio si arrende, getta la spugna, non riesce ad essere cinico, e, dopo aver regalato il pareggio a Trento (25-25), sbaglia prima la battuta con Canuto entrato al posto di Moreira, e, complice una ricezione discreta regala la palla agli avversari che chiudono il set con Vettori (25-27).

Quarto set

Un avvio completamente diverso si registra nel set, Trento si impone sin dalle prime battute iniziali, il risultato finale sembra quasi scritto, e, il tabellone segna 2-6, risultato difficile da ribaltare, anche perché la Diatec Trentino sembra aver aumentato il ritmo di gioco a livelli insostenibili e ineguagliabili.

Nulla sembra contenere la furia della Diatec che con ogni palla conquista un punto e allunga sempre più le distanze con la BCC che resta a guardare quasi incredula dell’ottima prestazione fornita sia in fase di attacco che in difesa da parte dei loro avversari. Il tabellone segna 10-16 e l’impresa di riaprire i giochi sembra svanire sempre più, complice anche la totale assenza di lucidità dei giocatori della BCC, che riescono a conquistare punti solo su errori avversari.

Kovacevic viaggia a ruota libera, ogni palla che tocca si trasforma in punto, e, la difesa della BCC resta immobile, inerme, quasi entusiasta delle potenzialità dell’avversario che nel frangente tenta la fuga mantenendo il distacco sempre di 6 punti (14-20), costringendo i ragazzi di mr Lorizio a far ricorso alle ultime energie rimaste per tentare di restare a galla e non affondare.

La BCC non riesce nell’impresa di riaprire la partita lasciando che il proprio avversario vinca senza molta fatica, anzi, regalando alcuni punti soprattutto nella fase finale del set, che si chiude a favore degli ospiti col punteggio di 16-25.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/01/24/pallavolo-maschile-serie-a1-la-bcc-demorde-e-regala-a-trento-la-vittoria
Twitter