La 12esima edizione della Race for the Cure di Bari

La presidente Linda Catucci: “La mia mission personale è che tutte le donne in rosa guardino la vita a colori”

Si è insediato oggi il nuovo comitato regionale della Susan G. Komen Italia

È stata presentata oggi al multicinema Ciaky la 12esima edizione della Race for the Cure di Bari, la mini-maratona benefica organizzata dalla Susan G. Komen Italia.

Tante le novità di questa edizione, una nuova presidente, Linda Catucci, un nuovo comitato direttivo e nuovi progetti di prevenzione e sostegno delle donne in rosa.

“Io sono una donna in rosa, ho affrontato e combattuto il tumore al seno e l’ho fatto con forza, ottimismo e positività. Mi rendo conto tuttavia che non tutte riescono ad affrontare questa sfida allo stesso modo. Molte purtroppo si richiudono in se stesse. La mia missione personale sarà fare in modo che tutte le donne in rosa guardino la vita a colori come faccio io”. Si è presentata con queste parole, Linda Catucci, neo eletta presidente del comitato regionale della Susan G. Komen Italia, alla platea di amici, sostenitori e simpatizzanti della Race for the Cure.

Il primo momento di incontro, oggi al multicinema Ciaky di Bari è stato voluto dal comitato regionale per mostrare a tutti i risultati raggiunti grazie alla precedente edizione. La partecipazione alla mini-maratona benefica ha consentito di finanziare, a Bari, ben undici progetti di aiuto e sostegno alle donne in rosa: Acheso, Resilienza narrativa: ti racconto e ti informo, Ricomincio da me, Per te e per me, Trucchiamoci, Sportello consulenza legale, Il momento del te, Il trattamento fisico dell’edema linfatico in donne post-mastectomia, Alba rosa…l’alba delle donne, Primavera in rosa e Spazio Vitale.

Durante l’incontro pubblico, è stato presentato il nuovo comitato direttivo pugliese della Race, una compagine di nove donne, che hanno creduto e abbracciato l’idea di fondo della Susan G. Komen, combattere il tumore al seno, unendo sport, benessere e salute, con al centro sempre le donne in rosa. Spetterà quindi al nuovo comitato, composto da: Raffaella Candeloro, Aurora De Falco, Antonella Di Marzo, Daniela Ferrara, Mada Milone, Rosanna Pedote, Patrizia Ruggiero, Rossella Tomasino e Carmela Ventrella, dare nuova linfa alla manifestazione.

A Bari oggi anche la vicepresidente nazionale della Susan G. Komen, Daniela Terribile che ha ricordato il ruolo sempre crescente della manifestazione barese. “La Race a Bari è ormai conosciuta, basti pensare che lo scorso anno sono state 16mila le persone che hanno partecipato. Ci auguriamo che anche quest’anno siano numerose le donne in rosa, così come le famiglie e tutti quanti vorranno correre con noi per combattere il tumore al seno”.

È spettato alla Terribile presentare anche la Carovana della Prevezione (composta da tre unità, una mammografia, una di prevenzione ginecologica e una che si occuperà di terapie integrative) un progetto partito ad ottobre e che ha già toccato dieci regioni italiane. Il 12 e il 13 marzo sarà a Bari, nella parrocchia di San Nicola a Catino, dove grazie alla sensibilità di don Luciano duecento donne disagiate avranno la possibilità di sottoporsi a screening gratuiti.

A sostenere la Race è arrivata a Bari anche Rita Dalla Chiesa, commossa dal l’entusiasmo e dal calore delle donne in rosa. “Mi sento particolarmente coinvolta nella Race for the cure perché ho due carissime amiche che stanno combattendo la loro battaglia da tanti anni e una di loro,  Alessandra, combatte anche per non lasciare sola sua figlia Carlotta, che è una ragazza disabile. Oggi per me essere qui mi fa sentire vicina a lei”.

L’appuntamento con la dodicesima edizione della Race for the Cure è per il 25, 26 e 27 maggio in piazza Prefettura a Bari.

Print Friendly, PDF & Email