fbpx

La realizzazione delle opere per il Mezzogiorno

Print Friendly, PDF & Email

Indagine avente ad oggetto “La realizzazione delle opere previste dal piano irriguo nazionale per il Mezzogiorno”.

La relazione compie una ricognizione sullo stato di attuazione del Piano irriguo per il Mezzogiorno, previsto dalle delibere n. 74/2005 e 92/2010 del Cipe.
Dall’istruttoria è emerso che il piano irriguo, il suo completamento e il nuovo piano per il Sud sono connotati da finalità essenzialmente manutentive, senza l’implementazione di nuove opere, essendo stata ritenuta adeguata l’infrastrutturazione esistente, seppur con necessità di adeguamento. Significativo, al riguardo, è l’abbandono del progetto della Diga di Piano dei Limiti, unico invaso di nuova costruzione previsto nel piano originario.
Per quanto concerne lo stato degli interventi, per le opere previste dalla delibera Cipe n. 74/2005, delle 27 programmate, solo 14 (poco più della metà) presentano una percentuale di avanzamento dei lavori pari al 100 per cento, mentre per quanto concerne gli interventi di cui alla delibera Cipe n. 92/2010, 27 delle 37 opere sono ancora in corso e nessun intervento risulta oggi in esercizio.
La frammentazione delle competenze e la protrazione della gestione commissariale fino all’emanazione del d.l. n. 51/2015 non hanno favorito una visione unitaria degli obiettivi, al punto che il programma degli interventi è stato realizzato con tempi e procedure distinte tra il Centro-Nord ed il Sud del Paese.
L’esistenza di una competenza commissariale, parallela rispetto all’esercizio delle funzioni ordinarie da parte del Ministero, ha comportato poi l’esclusione del Piano irriguo per il Mezzogiorno dagli ordinari controlli dell’Ufficio centrale di bilancio.

Corte dei conti
Ufficio stampa

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/03/30/la-realizzazione-delle-opere-per-il-mezzogiorno
Twitter