Momenti di vita

Nell’esistenza di tutti, nessuno escluso, viene il momento di “tirare delle somme”. Per fare, insomma, un bilancio su ciò che si crede d’aver fatto e di ciò che resterebbe da fare. A questo punto, è opportuno essere onesti con la propria coscienza e fare una verifica per evidenziare ciò che è possibile ultimare e ciò che, invece, ha da essere rinnovato.

Anche sotto il profilo dell’informazione, il meccanismo è lo stesso; coinvolgere più i lettori che gli autori. Così, anche in questo 2018, che ha dato segnali di una rinnovata violenza e di scarsa comprensione per gli altrui problemi, azzardiamo fare il punto su quanto abbiamo portato avanti e su ciò che intendiamo ultimare.

 Sul fronte dell’informazione, pensiamo d’aver rispettato una tabella di marcia consona con i tempi e gli eventi. In Redazione c’è stato chi ha fatto anche di più e di meglio. Qualche mancanza, soprattutto di natura strutturale, la identifichiamo ancora sul fronte informativo dei Connazionali all’estero.

A questi milioni d’italiani nel mondo riconfermiamo la nostra stima e l’impegno a riprendere proprio da dove abbiamo, temporaneamente, lasciato. I motivi, nello specifico, li abbiamo esposti e ora siamo pronti a riprendere la via. Il “Corriere Nazionale” intende, tra l’altro, essere ponte ideale tra chi è partito e chi è rimasto. Ma, solo nei fatti. Le promesse, non concretizzate, non avranno l’onore della cronaca.

Questo quotidiano, quindi, ha l’intenzione d’essere mezzo di dialogo tra il presente e il futuro. Senza, mai, scordare il passato che ci accomuna ed è la matrice di un’italianità che non conosce frontiere e rappresenta un momento, qualificante, della nostra vita.

Giorgio Brignola

Print Friendly, PDF & Email