Altamura omaggia il suo imperatore con un convivium di cultura

di Gianni Mercadante

ALTAMURA (BA) – La corte federiciana di Altamura per un giorno a Castel del Monte con un incontro speciale: CONVIVIUM, NUTRIAMOCI DI CULTURA. Il  primo appuntamento in attesa della grande celebrazione che si svolgerà nella capitale della Murgia. La  potente task force culturale del territorio costituita da: Polo Museale della Puglia,  Regione Puglia,  Comune di Andria, Parco Nazionale dell’Alta Murgia,  Lions Club International Distretto 108/A/B Puglia, Fortis Murgia, Associazione Arché, ha scelto per l’occasione il luogo simbolo di Federico II; il castello ottagonale che domina l’alta Murgia, la cui effigie è  degnamente rappresentata sulla monetazione europea.

L’incontro a Castel del Monte  è un progetto ideato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT) e dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF) che hanno proclamato il  2018 “Anno nazionale del cibo italiano”.

Il progetto, diffuso dagli Enti organizzatori in un comunicato stampa, è il  primo di una serie di manifestazioni in programmazione da parte del Polo museale della Puglia che  si propone di offrire un momento di conoscenza, approfondimento e valorizzazione dei luoghi della cultura mediante un percorso che parte dalla preistoria del cibo (Museo archeologico di Altamura), attraversa l’età classica (Museo Jatta di Ruvo di Puglia) per giungere al medioevo (Castel del Monte) tra arte, cibo e paesaggio.

Il convivio non è solo un banchetto ma un momento di condivisione, un modo per poter conoscere ed apprendere nuovi saperi nutrendosi d’arte. Presso gli antichi era anche il luogo in cui stipulare nuove alleanze in un clima di cordialità e convivialità.

Domani  14 Aprile  2018 nelle sale di Castel del Monte, come accennato innanzi,  si terrà il predetto evento con la presentazione della manifestazione altamurana Federicus – Festa medievale giunta alla VII edizione.

L’iniziativa è incentrata sulle abitudini alimentari medievali, al fine di individuare le origini della dieta mediterranea iscritta nel 2010 nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dell’Unesco, quale insieme di competenze, conoscenze, riti, simboli e tradizioni, che spaziano dalla suggestione del paesaggio alle bontà della tavola.

A più di otto secoli di distanza dai fasti che resero celebre Castel del Monte, gli stessi luoghi torneranno a rievocare e animare scene di vita della corte imperiale. Il fascino delle arti, la leggerezza della danza e della musica, l’irriverenza di giullari ed istrioni incontrano le eccellenze enogastronomiche della Puglia in un viaggio tra saperi e sapori.

L’evento sarà aperto al pubblico dalle ore 10,30 alle ore 19,30 seguendo le modalità di accesso previste dal regolamento degli ingressi al sito.

Con l’occasione sarà presentato il “Camaleuco”, ovvero la splendida corona d’oro realizzata dagli orefici Moramarco di Altamura che per  la circostanza sarà indossata dalla bella Grazia Moramarco, la cui famiglia si è già cimentata con altri simboli cari a Federico II: la corona di ferro e la spada.

Il camaleuco fu utilizzato dapprima come copricapo e in seguito rappresentò la corona dell’impero romano d’oriente. Era costituita da una cuffia sulla quale venivano apposte decorazioni in oro, gioielli e pietre preziose.

La coppia reale sarà rappresentata ancora da quella dell’anno scorso: Giuseppe Camicia e Serena Piccininni.

Le sale del castello al primo piano sarà allestite con esposizioni delle eccellenze gastronomiche territoriali; mentre il secondo piano sarà animato dalla corte federiciana costituita da attori, giullari e istrioni.

Da Altamura partiranno due pullman pieni di figuranti, tamburini e sbandieratori.

 

Foto:

Federico II (Giuseppe Camicia).  Dipinto di Donantangelo Daddozio

Dama con il Cavaliere

Grazia Moramarco con la corona reale (Camaleuco)

Federico II e Bianca Lancia, ed. 2017 (impersonati da Giuseppe Camicia e Serena Piccininni)

Castel del Monte (Andria)

Print Friendly, PDF & Email