fbpx

Matera spring music festival

Presentato questa mattina il cartellone della prima edizione del Matera spring music festival

Organizzato dal Lams e dall’Associazione Rocco D’Ambrosio, il festival ha in programma sette appuntamenti dal 21 aprile al 29 giugno 2018 con la musica sinfonica, sacra, jazz, opera, recital e la promozione dei giovani talenti a Matera, Potenza e Montescaglioso.

Il primo appuntamento si terrà sabato 21 aprile – ore 20,30 – nella cattedrale di Potenza con il Requiem di Mozart. Domenica 22, si replica alla cattedrale di Matera.

Dalla solennità del Requiem in Re minore K 626 di Wolfgang Amadeus Mozart a un fuoriclasse del Jazz moderno qual è Paolo Fresu, ponendo sempre l’accento sulla promozione dei giovani talenti. Nel comporre il cartellone della prima edizione del  Matera Spring Music Festival, organizzato dal Laboratorio arte, musica e spettacolo (Lams) Matera e dall’Associazione Rocco D’Ambrosio, grande attenzione è stata posta alla musica di qualità e alla qualità degli interpreti.

Presentato questa mattina al Comune di Matera, il Matera Spring Music Festival prevede sette appuntamenti che prenderanno avvio sabato 21 aprile a Potenza con il Requiem di Mozart eseguito alle 20,30 nella cattedrale di Potenza dai 30 musicisti dell’Orchestra di Matera e della Basilicata diretti dal Maestro Giovanni Pompeo, dall’ Ensemble vocale “Florilegium Vocis” di Bari diretti dal Maestro Sabino Manzo e dai solisti: Maria Laura Iacobellis, soprano, Tina D’Alessandro, mezzosoprano, Sebastiano Giotta, tenore e Alberto Comes, basso. Il Requiem sarà replicato domenica 22 aprile nella cattedrale di Matera con inizio sempre alle 20,30.

“Apriamo il Matera Spring Music Festival con il Requiem di Mozart – ha spiegato in conferenza stampa il direttore artistico del Lams Giovanni Pompeo – e sin dal primo appuntamento proponiamo quella che sono le caratteristiche del nostro festival: musica di qualità, giovani e valenti interpreti, esecuzioni che da Potenza, a Matera, a Montescaglioso si tengono in luoghi non solitamente deputati all’ascolto della musica. Il nostro festival vuol andare incontro al pubblico, raggiungendolo nelle piazze, nelle chiese e nei luoghi della cultura. Concerti che il Lams ha potuto organizzare grazie alla disponibilità e collaborazione delle Arcidiocesi di Potenza e Matera, delle amministrazioni comunali dei due capoluoghi della Regione e della città di Montescaglioso e del Polo Museale Regionale della Basilicata”.

Ben due i concerti che si terranno a Palazzo Lanfranchi a Matera. Il 6 maggio e il 3 giugno, in occasione delle “Domeniche al Museo”, si esibiranno i due solisti vincitori del 17^ Concorso per giovani musicisti del Lams: il pianista Vincenzo Furio e il violinista Simone Pippa Spadino.

“Momento di confronto e crescita per tanti giovani musicisti, il Concorso per giovani musicisti del Lams, che quest’anno giunge alla 18 edizione, è entrato “di diritto” nel cartellone del nostro festival – ha proseguito Pompeo – dal 17 al 25 maggio all’auditorium della parrocchia di San Giuseppe Artigiano oltre un migliaio di giovanissimi musicisti provenienti da tutta Italia parteciperanno al concorso”.

Nel 150° anniversario della morte di Gioacchino Rossini il Lams omaggia il compositore di Pesaro mettendo in scena, per la regia di Enzo Dimatteo, Il barbiere di Siviglia. L’opera sarà eseguita il 24 giugno nei Sassi a Matera.

Il Matera Spring Music Festival si chiuderà il 29 giugno nell’abbazia di San Michele Arcangelo a Montescaglioso con un concerto che vedrà protagonisti l’Orchestra di fiati “Rocco D’Ambrosio” di Montescaglioso e un solista d’eccezione il jazzista Paolo Fresu.

“Un festival ricco che unisce gli spettatori lucani sulle note della musica di qualità, quello proposto dal Lams”, ha sottolineato il vice sindaco di Matera, Nicola Trombetta, intervenendo alla conferenza stampa. Per il sindaco di Montescaglioso, Vincenzo Zito: “creare momenti di spettacolo come il concerto di Paolo Fresu con l’Orchestra di fiati Rocco D’Ambrosio permette la crescita professionale e la valorizzazione delle professionalità locali”.

“Il Matera Spring Music Festival, che travalica i confini provinciali e offre al pubblico grande qualità, è la testimonianza più schietta che la legge regionale 37 del 2014 sullo Spettacolo dal vivo è oggi patrimonio condiviso – ha affermato la dirigente dell’Ufficio Sistemi culturali e turistici della Regione Basilicata Patrizia Minardi – Con questo strumento la Regione Basilicata corrobora e sostiene le attività culturali di realtà come il Lams”. 

Sissi Ruggi

Print Friendly, PDF & Email

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/04/19/matera-spring-music-festival
Twitter