fbpx

Governo: M5s chiude, ‘pietra tombale’ su FI. Ora Salvini decida 

La sentenza sulla trattativa Stato-mafia mette una ‘pietra tombale’ su Silvio Berlusconi e su qualunque possibilita’ di dialogo con Forza Italia. E fa tramontare la possibilita’ di un eventuale appoggio esterno di FI ad un governo M5s-Lega. Durissimo il 5 stelle Riccardo Fraccaro: “La sentenza sulla trattativa Stato-mafia cade come un macigno su un sistema di potere che tenta ancora di avvinghiare il Paese nei suoi tentacoli. Dell’Utri fece da tramite tra Cosa nostra e Berlusconi: politicamente e’ una pietra tombale sull’ex Cavaliere. Ora Salvini decida”. Appena 24 ore dopo quella che sembrava la svolta per lo sblocco dell’impasse e la nascita di un governo, gli scenari sono completamente cambiati. Nel centrodestra, come sottolineano in ambienti 5 stelle, nelle ultime ore “sono volati gli stracci” e ora, spiegano dal Movimento, “sta a Salvini decidere”.

Quindi, ancora una volta, Luigi Di Maio, che pure continua a sentire via sms il leader della Lega Matteo Salvini, aspetta la sua prossima mossa. E chi gli e’ vicino lo descrive, nonostante tutto, “fiducioso” a fronte del fatto che “anche oggi il centrodestra e’ di nuovo spaccato”. Sulla giornata pesano anche le parole durissime del Cavaliere che e’ tornato ad attaccare frontalmente i 5 stelle definendoli persone che “non hanno mai fatto nulla nella vita” e che nella sua azienda li prenderebbe “solo per pulire i cessi”. Parole che i 5 stelle commentano via social con l’arma dell’ironia: Massimo Bugani, storico consigliere comunale M5s a Bologna e membro dell’Associazione Rousseau, ha postato delle foto con alcuni pentastellati, Bugani incluso, mentre puliscono i bagni con scopa e detergente. E ammonisce: “Respect per chi pulisce i cessi e ci consente di vivere in un mondo pulito”.

In ogni caso la base del Movimento tira un sospiro di sollievo per la netta distanza che a questo punto i vertici 5 stelle prendono rispetto a Berlusconi e Forza Italia. La disponibilita’ espressa ieri da Di Maio, subito dopo le consultazioni, ad accettare un eventuale appoggio esterno di Forza Italia aveva gia’ fatto storcere il muso a molti nella base grillina e anche tra i parlamentari. Non piace quasi a nessuno che il Movimento sia accostato al partito di Berlusconi e che si sia anche solo ventilata l’ipotesi di un rapporto – per quanto con un appoggio esterno – o addirittura di ministri di area forzista. Su una scelta del genere, osserva qualche pentastellato, ci sarebbe una spaccatura del Movimento. E lo dimostra il fatto che oggi, dopo la sentenza sulla trattativa Stato-mafia molti hanno tirato in ballo Berlusconi come Carlo Sibilia che ha twittato: “Dell’Utri e’ condannato a 12 anni. Dell’Utri e’ colui il quale trattava con Cosa Nostra durante il governo Berlusconi. C’e’ bisogno di altro per spiegare che Berlusconi e’ una persona che deve sparire dalla scena politica nazionale?”. E Alessandro Di Battista: “Ora il Caimano sara’ ancora piu’ nervoso. Il suo sistema di potere gli sta franando sotto i piedi”. Parole senz’appello che rispecchiano l’umore della maggioranza dei 5 stelle. Anche la base non vuole concedere nulla al Cavaliere e un militante sui social plaude a Di Maio: “Tutti coloro che ieri volevano l’accozzaglia con Berlusconi, dovrebbero chiedere scusa a Luigi Di Maio. Se avesse calato le braghe, con la sentenza stato/mafia, sarebbe stata la fine per Di Maio e del M5s. Quindi chiedete scusa”. Intanto, M5s guarda avanti: domenica si vota in Molise e ci sono i comizi di chiusura. Ma c’e’ soprattutto attesa per la nuova decisione che dovra’ prendere il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, lunedi’ prossimo. Tra le ipotesi torna in pole quella di un nuovo mandato esplorativo, stavolta al presidente della Camera Roberto Fico, per sondare i numeri per una maggioranza tra Pd e M5s. Su questa prospettiva, i vertici 5 stelle ostentano tranquillita’ e ripetono di aver piena fiducia nelle scelte di Mattarella. La capogruppo M5s alla Camera Giulia Grillo spiega che “non c’e’ nessun problema su un mandato esplorativo a Fico” e in M5s c’e’ chi assicura che tra Fico e Di Maio i rapporti sono ottimi e che “nessuno farebbe mai uno sgambetto” al Capo politico M5s.

Print Friendly, PDF & Email

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/04/21/governo-m5s-chiude-pietra-tombale-su-fi-ora-salvini-decida
Twitter