fbpx

Perché quei reati? tanto nessuno paga!

Se commetti un reato, a spingerti a tanto un movente l’avrai pur  avuto!!!

Fatto sta che i signori componenti della Commissione giudicatrice del concorso di progettazione della Nuova Sede del Consiglio Regionale della Puglia :

1) dott. Salvatore Sansò, dirigente Settore contratti appalti

2) ing. Armando Serra, Presidente, esperto tecnico regionale

3) prof. ing. Mauro Mezzina, esperto tecnico

4) prof. arch. Antonio Monestiroli, esperto tecnico

5) dott. Francesco Sannicandro, esperto amministrativo, sono stati tutti condannati dalla Corte di Appello di Bari a risarcire il danneggiato ing. Michele Cutolo di circa € 3 milioni (oltre interessi dal 2003) ed oltre circa 50 mila euro per spese legali.

Tale la condanna in sede civile in quanto i predetti erano stati riconosciuti colpevoli di varii reati (ex art. 81, 110, 479, 476, 353 cp) ma dichiarati estinti per prescrizione.

La notizia è stata data correttamente da alcuni giornali.

Ma ad oggi nessuno si è mai posto la domanda (in chiave etica e politica) “Perché quei reati?”

Quale o quali i moventi? Per tradurre in soldoni: in cambio di che o di quanto i condannati si sono spinti a commettere i reati?

Oppure: a favore di chi?

Come mai nessuno si è posto queste domande?

Eppure ai governi regionali (Fitto, Vendola, Emiliano) che si sono susseguiti in tutti questi anni, la stampa (sempre così solerte in altri casi ben più modesti) come mai non ha posto neppure una domanda, mai così lecita come in questo caso?

Che c’è sotto?

Quello che sopra – e cioè il Palazzo che è stato edificato sulle fondamenta di un reato – è evidente: una grossa merdata!!

Ma a quanto pare come diceva la buonanima di Fanfani: “Chi la fa grossa, la copra”!!!

E stanno coprendola……ma con il silenzio!!

Ettore Bucciero

ex Senatore della Repubblica

Print Friendly, PDF & Email

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/04/22/perche-quei-reati-tanto-nessuno-paga-2
Twitter