Attualità

Vederci chiaro

Nella situazione di difficoltà che contraddistingue la vita socio/politica italiana e la complessità per il varo di un Potere  Esecutivo coerente, si allontanano le opportunità di ripresa in tutti i più importanti settori produttivi del Paese. Oggi, i problemi che travagliano l’Italia sono molteplici e tutti complessi. Tuttavia, ci sarebbero delle accortezze per tentare di salvare il salvabile. Le menzioniamo.

*Politica tendente a sanare i problemi strutturali dell’economia che, proprio per la precaria situazione nazionale, sono alla base dell’acuirsi delle tensioni sociali e del degrado italiano.

*Attendibile esame delle esigenze della società italiana, col varo d’accordi di programma per accelerare la ripresa delle attività produttive.

*Ratifica di un progetto di pianificazione economica; intesa come connessione d’interventi atti a tutelare il rilancio degli investimenti, nazionali e internazionali, sul territorio; anche con agevolazioni fiscali a medio termine.

Palesemente, il tutto richiede responsabilità. Responsabilità, soprattutto, da parte del Potere Legislativo insediato. I provvedimenti del futuro Governo non potranno rappresentare, però, solo un’incentivazione per bilanciare una crisi complessa. L’importante è essere pure propositivi. Bisognerebbe stabilire un concreto appoggio a chi è in oggettiva difficoltà. Facilitando la “produttività” e, in ultima analisi, l’”occupazione”.

 La condivisione politica, dati i tempi, può anche essere solo un tramite per tentare di chiarire la situazione ed essere, più che polemici, interpreti dei destini nazionali.

Giorgio Brignola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE