fbpx

La Puglia inaugura il Salone internazionale del Libro di Torino

Print Friendly, PDF & Email

Nel corso della 31esima edizione  la Regione Puglia protagonista con un omaggio ad Aldo Moro, focus su Alessandro Leogrande, installazione di Dario Curatolo sul  sistema delle biblioteche di comunità, un progetto sull’Albania dei giovani scrittori,
24 editori e un ricco programma di iniziative e presentazioni

La Regione Puglia protagonista al Salone internazionale del Libro di Torino, che inaugura mercoledì 9 maggio con un tributo ad Aldo Moro dell’attore Fabrizio Gifuni e arricchisce il 12 maggio con un ricordo di Alessandro Leogrande, lo scrittore tarantino recentemente scomparso. Sono loro i «Grandissimi di Puglia» sui quali si accendono i riflettori della 31a  edizione del prestigioso appuntamento del Lingotto, dove la Regione Puglia è presente anche con l’installazione «Library in motion» di Dario Curatolo dedicata al sistema delle biblioteche di comunità, un progetto sull’Albania dei giovani scrittori, uno stand riservato a venticinque editori pugliesi e una serie di importanti iniziative e appuntamenti di richiamo.

«Quest’anno la Puglia è davvero la protagonista del Salone del libro –  il commento del Presidente Michele Emiliano – con i grandissimi e la presenza importante del nostro variegato e sempre molto attivo comparto dell’editoria. Sono particolarmente orgoglioso del fatto che quest’anno l’evento inaugurale, dedicato ad Aldo Moro, sia organizzato grazie ad una virtuosa collaborazione tra il Salone e la Regione Puglia e sono onorato di ricordare Alessandro Leogrande, un grandissimo della nostra terra andato via troppo presto. E che celebriamo guardando avanti con la presentazione del libro nel quale è raccolto il suo fondamentale lavoro dedicato a Taranto, la sua città».

«Moro e Leogrande – aggiunge l’assessore Loredana Capone – sono due immense idealità che il destino ha voluto sottrarci quando avrebbero potuto dare ancora tanto alla loro regione e al Paese. E un modo per onorare la loro memoria è l’impegno con cui la Regione ha affrontato il tema dell’infrastrutturazione culturale per affrancarsi da un gap insostenibile nei confronti del Nord Italia. Per questo portiamo a Torino i risultati del programma Community Library: 123 tra biblioteche civiche, scolastiche, universitarie, finanziate con un investimento di 120 milioni di euro». 

Sarà, dunque, un’inaugurazione davvero particolare, quella del Salone torinese, che mercoledì 9  maggio, proprio nel giorno in cui ricorre il quarantennale dell’assassinio del grande statista salentino, la Regione Puglia apre «Con il vostro irridente silenzio», studio in forma di lettura dalle lettere e dal memoriale della prigionia dello statista salentino rapito e assassinato dalle Brigate Rosse. Protagonista nelle Officine Grandi Riparazioni di Torino (ore 21.15), Fabrizio Gifuni, che ha anche selezionato i testi e curato la drammaturgia con Christian Raimo per la consulenza storica di Francesco Biscione e Miguel Gotor La sonorizzazione è di Gup Alcaro.  Nella prima giornata del Salone, del quale – tra l’altro – è Direttore Editoriale lo scrittore barese Nicola Lagioia, la Regione Puglia sarà presente nello Spazio Eventi con «Raccontare il Sud», una riflessione sull’editoria nel Mezzogiorno d’Italia alla quale parteciperanno il Presidente Michele Emiliano, l’Assessore Loredana Capone e il critico letterario, teatrale e cinematografico Goffredo Fofi. Altri appuntamenti curati nella stessa giornata dalla Regione Puglia, l’evento del Consiglio Regionale della Puglia con la presentazione del libro di Domenica Gattulli e Paola Silvestri «L’acquedotto pubblico pugliese nel servizio idrico integrato. Riflessioni storico-giuridiche» (ore 12.30, Sala Avorio),  il «Festival delle donne e dei saperi di genere» (ore 15.30, Sala Editori), un ulteriore omaggio ad Aldo Moro e i misteri che ancora rimangono irrisolti sui cinquantacinque giorni di prigionia dell’ex segretario della Dc (ore 17, Sala Rossa) e un incontro con cinque giovani autori albanesi, Saimir Muzhaka, Manjola Nasi, Eris Rusi, Elona Culiq e Belfjore Qose, che raccontano se stessi, la loro scrittura e il proprio Paese visto da una nuova prospettiva (ore 20.30, Salone Off).

È, invece, in programma sabato 12 maggio (Sala Blu, ore 18.30), il ricordo di Alessandro Leogrande, che vede Regione Puglia e Salone del libro curatori con l’editore Feltrinelli dell’incontro di presentazione del libro postumo dello scrittore tarantino, «Dalle macerie. Cronache sul fronte meridionale», in uscita giovedì 10 maggio, del quale parleranno, con Goffredo Fofi (autore della prefazione), Roberto Saviano, Giuseppe Catozzella, Gianluca Foglia, Salvatore Romeo e Nadia Terranova.

Tra le altre iniziative targate Puglia, la presentazione del libro di Marcello Introna, «Il castigo di Dio», in collaborazione con  i Presìdi del Libro (12 maggio), e gli eventi dei Dialoghi di Trani e della Fondazione di Vagno, il primo dedicato a Dacia Maraini (11 maggio), il secondo ad Alessandro Leogrande (14 maggio).

Ricca la presenza degli editori pugliesi nello stand del Padiglione 2, dove tra presentazioni e incontri porteranno le loro proposte e la loro storia Adda Editore, Cacucci Editore, Claudio Grenzi Editore, Progedit, Schena, Edizioni Giuseppe Laterza, Giacovelli Editore, Giazira Scritture, Stilo Editrice, Falvision Editore, Di Marsico Libri, Csa Editrice, Besa, Edizioni dal Sud, Kurumuny, Les Flâneurs Edizioni, Editrice Rotas, Ofelia Editrice, Edipuglia, Gelsorosso, Il Grillo Editore, Nowhere Books, Pietre Vive Editore e Pensa Multimedia.

La presenza della Regione Puglia alla 31edizione del Salone internazionale del Libro di Torino è organizzata da Assessorato alle Industrie Turistiche e Culturali della Regione Puglia, Sezione Economia della Cultura e Teatro Pubblico Pugliese.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/05/08/la-puglia-inaugura-il-salone-internazionale-del-libro-di-torino
Twitter