Gli insigniti della Repubblica partecipano in ricordo delle vittime del terrorismo

Gli insigniti al merito della repubblica dell’Ancri sezione della Citta’ Metropolitana di Bari partecipano in questura a roma alla celebrazione della giornata in ricordo delle vittime del terrorismo. 

09 maggio 2018, giorno della memoria, dedicato alle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice.

Si è celebrata  a ROMA, all’interno della Sala Conferenze della QUESTURA, la giornata per ricordare le vittime del terrorismo. Tale giornata fu istituita  per ricordare l’assassinio dello statista On.le Aldo MORO e dei suoi uomini di scorta, nonché del Maresciallo di P.S. Domenico Taverna, del Capitano di P.S. Francesco Straullu, dell’Agente di P.S. Ciriaco Di Roma, della Guardia di P.S. Antonio Galluzzo e di tantissimi altri, vittime innocenti, ferocemente trucidati da vili terroristi, nonché a seguito dell’uccisione per mano mafiosa dei simboli della legalità e della lotta al terrorismo e criminalità organizzata come  il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa,  ed  Giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Sono state ascoltate alcune testimonianze e le grandi sofferenze dei familiari delle vittime, come quella davvero commovente di Giovanni BERARDI, figlio del Maresciallo del Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza Rosario Berardi, assassinato a Torino dalle BR nel 1978.   

Bisogna alimentare il senso dello Stato. Questo il concetto espresso dal Capo della Polizia il Prefetto Franco GABRIELLI durante il suo discorso.

Tale giornata organizzata dall’Associazione degli Insigniti al Merito della Repubblica Italiana (ANCRI) in collaborazione con la Questura di Roma e l’Associazione “Memoria” ed “ Europea Vittime del Terrorismo”, ha voluto ricordare chi ha sacrificato o rischiato la vita per sconfiggere il Terrorismo e manifestare tutto il cordoglio e la vicinanza alle famiglie delle vittime.

Erano presenti anche due grandi giornalisti come Andrea NEMIZ, che per circa 35 anni ha documentato tutti i fatti di terrorismo avvenuti sul territorio nazionale per l’Agil e Paolo GAMBESCIA già direttore dell’Unità, del Mattino e del Messaggero dal 1998 al 2005. Entrambi con la loro presenza e testimonianza,  hanno ripercorso quei tragici momenti.

Anche il Prefetto Francesco TAGLIENTE  già Questore di Roma negli anni di Piombo che ha moderato l’evento, ha parlato della sua esperienza e delle strategie poste in atto a suo tempo per sconfiggere il Terrorismo e di aver voluto quale Delegato agli Affari Costituzionali dell’ANCRI, ricordare le vittime  e manifestare la vicinanza ai familiari, proprio insieme alla Polizia di Stato dove ha militato per tantissimi anni.

Il Presidente Nazionale dell’ANCRI Cav. Tommaso BOVE, veterano della Polizia di Stato ha parlato del ruolo degli insigniti al Merito della Repubblica  quali custodi dei valori democratici e di continuare con il loro operato  a dare un segno tangibile di fedeltà alle Istituzioni e di Amore per la patria.

Anche la Sezione Territoriale ANCRI della Città Metropolitana di BARI era presente con il suo Presidente Cav. Giovanni CARELLA, Sottufficiale dell’Arma  dei Carabinieri, che per tantissimi anni ha operato in prima linea nella lotta alla Criminalità organizzata  quale Comandante della 1^ Sezione del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale Carabinieri di Bari. Lo stesso, ha voluto essere presente a tale evento nella Capitale, proprio per rendere omaggio ai colleghi, ai Magistrati, a tutti colori che hanno dato la propria vita perché hanno creduto nella Giustizia e nelle Istituzioni Democratiche, nonché far sentire  la sua vicinanza e quella degli insigniti al Merito della Repubblica da lui rappresentati, riuniti nell’ANCRI in terra di Bari.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email