fbpx

Facebook fa pulizia dopo il caso cambridge, sospese 200 app

Un’indagine in corso sulla sottrazione dei dati agli utenti

Facebook annuncia di aver sospeso ‘circa 200 applicazioni’ sulla sua piattaforma nell’ambito dell’inchiesta avviata dopo lo scandalo di Cambridge Analytica, la societa’ britannica legata alla campagna presidenziale di Donald Trump che ha messo le mani sui profili di circa 87 milioni di utenti Fb. ‘Finora sono state analizzate migliaia di app e circa 200 sono state sospese, in attesa di una indagine completa per accertare se esse hanno davvero raccolto dati impropriamente’, ha spiegato il vicepresidente Ime Archibong.

Facebook ha sospeso altre 200 applicazioni in seguito all’indagine iniziata dopo lo scandalo dei dati di Cambridge Analytica. Il colosso dei social media non ha fornito immediatamente dettagli su quali app sono state sospese o quante persone le hanno utilizzate. Tuttavia Facebook ha affermato che le app adesso saranno sottoposte a “un’indagine approfondita” per verificare se hanno usato in modo improprio i dati dell’utente. Il Ceo, Mark Zuckerberg, ha affermato che Facebook esaminerà decine di migliaia di app che potrebbero accedere o raccogliere grandi quantità di informazioni personali degli utenti. All’inizio dell’anno Facebook è stato travolto dallo scandalo di Cambridge Analytica: la società di consulenza e analisi di dati, ora fallita, ha usato le informazioni di 87 milioni di utentiFacebook per fare pubblicità politiche mirate e aiutare Donald Trump a vincere le elezioni presidenziali americane del 2016.

Print Friendly, PDF & Email

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/05/14/facebook-fa-pulizia-dopo-il-caso-cambridge-sospese-200-app
Twitter