Accordo Casillo/Asp Zaccagnino per grano bio

Oggi, martedì 15 maggio 2018, alle ore 15,30, presso la sala stampa della Presidenza della Giunta regionale, è stato firmato l’accordo tra l’azienda pubblica di servizi alla persona, l’ASP Zaccagnino di San Nicandro Garganico (Foggia) e il Gruppo Casillo, nell’ambito del più grande accordo di filiera sul grano mai realizzato al mondo per quantitativi e superfici coinvolte, siglato tra Coldiretti, Consorzi agrari d’Italia, Fdai (Firmato dagli agricoltori italiani) e Gruppo Casillo.

Alla conferenza stampa di presentazione del contratto tra il Gruppo Casillo e l’ASP hanno partecipato Beniamino e Pasquale Casillo, Patrizia Lusi, Presidente della Zaccagnino, il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

L’ASP dr. Vincenzo Zaccagnino ha in sua proprietà terreni estesi complessivamente su 2.206,00 ettari, ubicati in sei comuni della provincia di Foggia (San Nicandro Garganico, Lesina, Poggio Imperiale, Apricena, San Severo e Foggia), dai quali trae la quasi totalità delle sue rendite che vengono utilizzate al perseguimento degli scopi Statutari.

L’intesa Coldiretti/Casillo, che fa da cornice all’accordo tra Casillo e ASP, è anche una risposta alla domanda dei consumatori che chiedono in misura crescente la garanzia di italianità della pasta acquistata come dimostra la rapida proliferazione di marchi e linee che garantiscono l’origine nazionale al 100% del grano impiegato, da Ghigi a De Sortis, da Jolly Sgambaro a Granoro, da Armando a Felicetti, da Alce Nero a Rummo, da FdAI – Firmato dagli agricoltori italiani fino – a “Voiello” che fa capo al Gruppo Barilla, e a Divella che in questi anni ha avviato un percorso di filiera in Puglia con grano 100% italiano frutto della ricerca SIS, società leader nel settore sementiero.

Print Friendly, PDF & Email