Casa dinastica del Rio de la Plata

385 mila donne muoiono di parto ogni anno ed ogni 18. Minuti nasce un bambino con una malattia congenita: L’illustrissima casa Jantus Lordi de Sobremonte Scende in campo per affrontare una sfida
Impegnativa ed al tempo stesso irrinunciabile.

Dopo avere appoggiato la Birthing Kit Foundation per ridurre l’incidenza della mortalità e della morbilità infantile e materna,l’Illustrissima Casa Jantus Lordi de Sobremonte scende ora in prima linea insieme all’ASM per diminuire il numero dei bambini che ancora oggi nascono con una alattia congenita: in Italia,si tratta di 43.200 neonati ogni anno.

Milano 18 maggio 2018. In occasione del Gran Galà di Primavera organizzato dalla N.D. Marinella Di Capua, Presidente dell’Associazione ASM onlus e della Fondazione ASM per la Salute dell’Infanzia, l’Illustrissima Casa Jantus Lordi de Sobremonte (www.icjlds.org) è nuovamente in prima linea per aiutare la ricerca neo-natale.

Partecipando a questo evento dedicato all’aiuto verso la scienza medica nella lunga e difficile battaglia per contrastare le malattie congenite dei bambini, il marchese don Alejandro Gastón Jantus Lordi de Sobremonte, Capo della Casa Dinastica del Rio de la Plata (www.virreinatodelriodelaplata.org), si prefigge di contribuire alla realizzazione del progetto “Nascere per Rinascere” della Fondazione ASM a cui la N.D. Marinella Di Capua ha voluto dedicare il Gran Galà, con l’ulteriore obiettivo di restaurare il Reparto di Maternità dell’Ospedale di Spoleto danneggiato dal sisma del 2016.

L’Illustrissima Casa Jantus Lordi de Sobremonte già aveva appoggiato un’analoga causa, sostenendo il lavoro della Birthing Kit Foundation per garantire ad ogni donna il diritto ad evere un parto pulito e sicuro.

«A causa di infezioni facilmente prevenibili ogni anno nel mondo 385 mila donne muoiono di parto e questo per Noi è inaccettabile» commenta il marchese don Alejandro Gastón Jantus Lordi de Sobremonte, che dal 2015 è anche presidente della World Organization for International Relations (www.woirnet.org), organismo non governativo fondato nel 1978 ad opera della N.D. Emilia Lordi-Jantus, Dama dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro, già funzionaria dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) e del Programma Alimentare Mondiale (WFP).

Ogni 18 minuti, inoltre, nasce un bambino con una malatia congenita: in Italia questo è un fenomeno che riguarda 43.200 neonati ogni anno. Così ora l’Illustrissima Casa Jantus Lordi de Sobremonte scende in prima linea per ridurre l’incidenza di queste malattie.

Nell’ambito di questo progetto è già stato consegnato un ecografo portatile di ultima generazione al Reparto Maternità dell’Ospedale San Matteo degli Infermi di Spoleto, che è in funzione dall’8 gennaio scorso. «E stiamo inoltre per spedire alla stessa struttura un avanzato cardiotocografo, indispensabile per il monitoraggio cardiaco del bambino subito prima della nascita e durante il parto» aggiunge la N.D. Marinella Di Capua, presidente dell’associazione nata nel 1981 sulla spinta dell’incidente della fabbrica Icmesa di Seveso che nel 1976 pose il problema delle possibili ricadute malformative della fuga di diossina sui nuovi nati della zona.

L’ASM investe ogni anno oltre 500 mila euro in fondi per la ricerca, per la prevenzione, per l’informazione, per l’acquisto di apparecchiature sempre più innovative di diagnosi prenatale e per contribuire concretamente a finanziare i centri d’eccellenza in cui curare i neonati. La sua attività maggiore si profila principalmente nel «Filo Rosso», un servizio di consulenza telefonica gratuita a cui arrivano ogni anno oltre 5 mila telefonate di donne in attesa di partorire che chiedono di essere rassicurate su vari argomenti. Ma fiore all’occhiello dell’ASM è anche il Centro di Chirurgia Fetale, l’unico centro in Italia -e tra i più avanzati in Europa- che consente l’identificazione e la cura di alcune malfomazioni prima ancora della nascita.

Al Gran Galà di Primavera 2018 hanno aderito oltre 400 esponenti della società imprenditoriale, culturale ed istituzionale milanese. Quattrocento illustrissimi ospiti, tra cui anche il Capo della Casa Dinastica del Rio de la Plata, marchese don Alejandro Gastón Jantus Lordi de Sobremonte, che hanno risposto con l’entusiasmo di sempre all’appello annuale lanciato da Marinella Di Capua per riunirsi questa sera nei saloni dell’Hotel Principe di Savoia, dimostrandosi particolarmente attenti ai problemi che, prima della nascita e subito dopo, minacciano la salute dei bambini.

In questa occasione l’Illustrissima Casa Jantus Lordi de Sobremonte (www.icjlds.org) ha deciso anche di contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo tema, volendo anche così mantenere viva la sua missione, ispirata dall’amore per il prossimo e dai più alti valori della cultura Cristiana che stanno alla base della nascita dell’omonima associazione senza fini di lucro che, per volontà di donna Emilia Lordi-Jantus, si propone di perseguire tali obiettivi.

Per contribuire al Progetto ASM “Nascere per Rinascere” a favore del Reparto di Maternità dell’Ospedale di Spoleto è possibile inviare una donazione direttamente sul conto dell’Associazione ASM con iban IT87A0558401603000000017889.

Nella foto la N.D. Marinella Di Capua con suo marito l’Ambasciatore Umberto di Capua (al centro), Ambasciatore del Sovrano Militare Ordine di Malta presso il Principato di Monaco, e con il marchese don Alejandro Gastón Jantus Lordi de Sobremonte, Capo dell’Illustrissima Casa Jantus Lordi de Sobremonte, Casa Dinastica del Rio de la Plata.

Print Friendly, PDF & Email