fbpx

In Italia si vola di piu’, record per aerei low cost

Print Friendly, PDF & Email

Nel 2017 si sono consolidati ulteriormente i dati di crescita del trasporto aereo in Italia, in linea con gli altri Paesi Ue. E per la prima volta la quota di mercato dei vettori low cost supera con il 50,9% quella dei vettori tradizionali. E’ quanto emerge dal Rapporto e bilancio sociale dell’Enac. Negli scali nazionali oltre 175 milioni di transiti di passeggeri, +6,2% rispetto al 2016. Al primo posto Roma Fiumicino con 40.841.141 passeggeri (-1,8% rispetto al 2016), poi Milano Malpensa (+14,1%) e Bergamo (+10,6%). Ryanair si conferma primo vettore.
Continua la tendenza di crescita del traffico aereo in linea con l’Europa. Lo rende noto l’Ente nazionale per l’aviazione civile (Enac) in un comunicato diffuso oggi in occasione della presentazione del Rapporto e bilancio sociale dell’Ente per il 2017. “Come sta accadendo da alcuni anni, nel 2017 si sono consolidati ulteriormente i dati di crescita del trasporto aereo in Italia, in linea con gli altri paesi dell’Unione europea”, si legge nel comunicato di Enac. Negli aeroporti italiani sono transitati 174.628.241 passeggeri, con un aumento del 6,2 per cento rispetto al 2016. In aumento anche il numero dei movimenti aerei commerciali (decollo o atterraggio di un aeromobile su un aeroporto) del 2,4 per cento rispetto al 2016, per un totale di 1.364.564 movimenti. Piu’ rilevante, invece, l’aumento del trasporto cargo (merce + posta) con un totale di 1.090.923 tonnellate, il 9,2% in piu’ del 2016. Per numero di passeggeri, l’aeroporto di Roma Fiumicino si colloca al primo posto con 40.841.141 transiti (-1,8 per cento rispetto al 2016). Segue Milano Malpensa con 22.037.241 passeggeri (+14,1 per cento rispetto al 2016). In terza posizione Bergamo con 12.230.942 (+10,6 per cento rispetto al 2016). Dalla ripartizione della quota di mercato di traffico aereo complessivo, la somma di quello nazionale e internazionale, tra vettori tradizionali e low cost, si evince una crescita costante del segmento low cost: tale comparto vede un incremento del 50,9 per cento con 88.820.337 passeggeri (+9,27 per cento sul 2016). I vettori tradizionali salgono, invece, del 49,1 per cento con 85.807.904 passeggeri (+3,28 per cento sul 2016).
Nella giornata di oggi, il presidente e il direttore generale dell’Ente nazionale aviazione civile (Enac), Vito Riggio e Alessio Quaranta, illustreranno lo stato dell’aviazione civile nazionale in occasione della presentazione del Rapporto e bilancio sociale 2017 sulle attivita’ svolte dall’Ente secondo la propria missione istituzionale. Lo rende noto Enac in un comunicato. Contestualmente, l’Enac ha anche celebrato i 20 anni di attivita’ dalla sua istituzione nel 1997. In apertura dei lavori interverro’ il direttore generale Quaranta, che illustrera’ i contenuti principali del rapporto 2017, fornendo i dati sui vari aspetti che compongono il sistema, tra cui, la regolazione economica, gli investimenti aeroportuali, la sicurezza (sia safety sia security), la tutela ambientale, i diritti dei passeggeri, le attivita’ internazionali svolte dall’Enac in rappresentanza dell’Italia, la regolazione dello spazio aereo, i droni, i voli suborbitali e lo spazioporto. Inoltre, Quaranta presentera’ in anteprima il nuovo portale dell’Ente che sara’ online a breve. A seguire, il presidente Riggio fara’ un excursus sui 20 anni di attivita’ dell’Enac, concentrando l’attenzione sui punti salienti per l’aviazione civile nel corso di questi decenni, sui cambiamenti importanti che hanno caratterizzato il settore passando attraverso un’evoluzione veloce e dinamica del trasporto aereo e dell’uso stesso del mezzo aereo. Interverra’ poi il vice direttore generale di Enac, Alessandro Cardi, che illustrera’ le sfide per l’aviazione civile nel prossimo futuro: i voli suborbitali, lo spazioporto, la sicurezza cibernetica.
Per ampliare la panoramica sullo stato del settore dell’aviazione civile, sono stati coinvolti tutti i principali attori del comparto, i rappresentanti istituzionali, i vertici delle compagnie aeree nazionali, delle societa’ di gestione aeroportuale, delle societa’ di assistenza a terra e le principali associazioni attive nel settore. In particolare verranno ospitate le relazioni di importanti rappresentanti tra i quali: il presidente dell’Ente nazionale per l’assistenza al volo (Enav) Roberto Scaramella, il presidente di Assaeroporti Fabrizio Palenzona, il commissario straordinario di Alitalia Luigi Gubitosi, il Chief Operating Officer di Air Italy Neil Mills, il Segretario Esecutivo di Ecac (European Civil Aviation Conference) Salvatore Sciacchitano. Inoltre, in considerazione del fatto che la presentazione e’ coincisa con la ricorrenza dei 20 anni di attivita’ dell’Enac, l’Ente ha coinvolto e invitato a partecipare all’evento anche i precedenti ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti, i rappresentanti istituzionali, i politici e i vertici degli operatori aerei che si sono succeduti nel corso di questi due decenni nella governance del comparto. Il Rapporto Enac, pubblicato annualmente dall’Ente dal 2007, fornisce, in un’ottica di trasparenza nei confronti delle Istituzioni e dei cittadini, una sintesi sulle attivita’ svolte dall’Enac. Il volume presentato oggi ospita anche un editoriale sui 20 anni dell’Enac, attraverso il quale viene sintetizzato il percorso evolutivo delle componenti piu’ significative del trasporto aereo e del ruolo svolto dall’Ente per garantire lo sviluppo equo e compatibile del settore.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/06/05/in-italia-si-vola-di-piu-record-per-aerei-low-cost
Twitter