L’esperienza di integrazione nelle città americane

 Accoglienza – il sindaco terry e david lubell (welcoming america) raccontano l’esperienza di integrazione nelle città americane

 Sindaco Terry: “Importante il confronto con i sindaci italiani su questioni comuni”

“Sono sindaco di una città, Clarkston, dove circa la metà della popolazione non è nativa degli Stati Uniti, abbiamo una grande densità etnica: ci sono oltre quaranta nazionalità differenti e sessanta lingue diverse. Sono davvero lieto di essere oggi in Italia, a Roma, in Anci, per confrontarmi con i colleghi sindaci italiani su problemi comuni per favorire l’accoglienza e l’integrazione nelle nostre città”. E’ quanto ha detto il sindaco di Clarkston Ted Terry intervenuto questa mattina in Anci all’incontro organizzato in collaborazione con l’Ambasciata degli Stati Uniti sui temi dell’integrazione e dell’accoglienza.

Nel corso del confronto, a raccontare l’esperienza americana, è intervenuto anche il fondatore di Welcoming America e Welcoming International David Lubell, che ha illustrato le attività della fondazione impegnata in attività di sensibilizzazione delle città americane per comunità più aperte e accoglienti.

https://youtu.be/fm9Z2qS0Ifc
“La fondazione – come ha spiegato Lubell – porta avanti le sue attività non solo negli Stati Uniti, ora con Welcoming International, sta collaborando anche con la Nuova Zelanda, l’Australia e la Germania e ha da poco avviato i rapporti anche con la Gran Bretagna”. Lubell ha poi proseguito nel suo intervento sottolineando la necessità del coinvolgimento delle comunità locali per politiche di inclusione e di integrazione efficaci.
“Vogliamo collaborare anche con l’Italia dove tante e varie sono le innovazioni in questo settore”, ha concluso. (ag)

Print Friendly, PDF & Email