Consiglio di Stato su regolamento Domodossola

Pucci (astro): “perizia in tempi brevi per evitare fallimento delle aziende”

ROMA – «Una decisione positiva». Così Massimiliano Pucci, presidente di Astro (associazione dei gestori di gioco lecito), dopo l’ordinanza del Consiglio di Stato che ha disposto una verifica – da parte dell’Agenzia delle Entrate – sugli effetti espulsivi del regolamento comunale di Domodossola, che disciplina le distanze minime delle sale giochi dai luoghi sensibili. «È quello che, del resto, chiediamo da sempre come associazione, ovvero una perizia sugli effetti di una legge regionale che sta costringendo le aziende a chiudere e a mandare a casa centinaia di lavoratori».

«Il problema – prosegue Pucci – è che quando la giurisprudenza accerterà che si è verificato un effettivo danno per le aziende sarà troppo tardi perché saranno già chiuse, con effetti disastrosi per l’occupazione nel territorio. In quel caso, chi pagherà i risarcimenti ad aziende storiche che hanno dovuto chiudere i loro battenti? Le leggi e i loro effetti vanno valutati in fase preliminare per evitare che si arrivi a situazioni paradossali come quella in Piemonte».

Print Friendly, PDF & Email