Le idee

Il cambio generazionale nei partiti è appena iniziato; ma siamo persuasi che continuerà. Anche se solo per necessità, più che per convinzione. Confidiamo, prima di tutto, in una sorta di riconciliazione che porti alle autentiche riforme. Proprio quelle che tutti sembrano volere; anche se più nelle parole che nei fatti. Il dialogo tra i partiti dovrebbe riprendere; indipendentemente dalle posizioni politiche.

 E’ importante, come già abbiamo scritto, materializzare gli effetti di una “ripresa” solo annunciata. Maggioranza e Opposizione potrebbero avere più punti d’incontro, che di scontro. Questo 2018, dovrebbe servire di monito per evitare altri errori e per chiarire quelli che già ci sono stati.

 I prossimi anni avranno un’importanza fondamentale per la crescita d’Italia. A ben osservare, non mancherebbero le idee per spianare una strada che resterà, comunque, in salita. Dato che gli ottimismi politici hanno fatto il loro tempo e restano di poca affidabilità.

 Del resto, i partiti hanno compreso che la mediazione è possibile quando la realtà nazionale non evidenzia altra via. Solo tramite la collaborazione, la Democrazia continuerà il suo percorso nel Bel Paese. Non sappiamo se sarà l’attuale Maggioranza a portare avanti questa Terza Repubblica. Però, su una realtà possiamo fare conto: la politica italiana, che ha un’illustre tradizione, ha da ritrovare una linea operativa più consona ai tempi e ai ruoli. C’è da ritrovare le idee valide per il rilancio socio/economico nazionale. Gli ideali non bastano più. Sempre che, per il passato, ci siano effettivamente stati.

Giorgio Brignola

Print Friendly, PDF & Email