fbpx

 Addio ad Alessandro Narducci, giovane chef stellato

Print Friendly, PDF & Email

Ha perso la vita in uno scontro tra il suo scooter e un auto a roma. Morta anche la ragazza che era con lui

E’ morto nello scontro tra il suo scooter e un’auto la notte scorsa a Roma, in zona Prati, lo chef Alessandro Narducci, 29 anni. Nell’incidente e’ rimasta uccisa anche la ragazza che era con lui sulla moto. Narducci aveva appena concluso il suo showcooking al Vinoforum e stava tornando a casa. Giovane talento della cucina italiana, aveva collaborato con lo chef Angelo Troiani, per aprire poi il suo ristorante Acquolina con cui aveva meritato una stella Michelin. ‘La sua morte e’ uno choc’, il ricordo commosso del cuoco tedesco Heinz Beck.

Sarebbero stati sbalzati per 20-30 metri lo chef Alessandro Narducci e la sua amica Giulia Puleio, morti la scorsa notte in un incidente stradale a Roma. E’ quanto emergerebbe dai primi rilievi della polizia locale. Ancora da chiarire l’esatta dinamica dello scontro. All’arrivo dei soccorsi l’auto coinvolta era finita contro alcune macchine in sosta e la loro moto era distante alcuni metri. A quanto ricostruito finora, si tratterebbe di uno scontro frontale. Da chiarire quale veicolo abbia invaso l’altra corsia e quali siano le cause. Al momento tra le ipotesi non si escludono l’alta velocita’, la distrazione o anche un colpo di sonno. Si attendono inoltre gli esiti dei test sull’assunzione di alcol e droga a cui e’ stato sottoposto l’automobilista, ricoverato in ospedale in gravi condizioni.

Si chiama l’Acquolina, il centralissimo ristorante romano dove il giovane chef Alessandro Narducci ha conquistato, in collaborazione con un capitano di lungo corso come lo chef stellato Angelo Troiani de ‘Il Convivio’, la stella Michelin. E giusto l’altro giorno anche il riconoscimento, nella guida Roma 2019 del Gambero rosso, delle Due Forchette, ambita medaglia d’argento che a 29 anni dovrebbe valere come un trampolino per successi ad maiora. E invece la vita di questo talentuoso chef, insieme a quella della collega di sala Giulia Puleio (25 anni) si e’ interrotta per un incidente stradale alle due di notte quando tornavano a casa in scooter a fine lavoro. ”E’ una giornata molto, molto triste. La morte di Alessandro Narducci stanotte alle due, la stessa ora in cui anche io rientravo dal lavoro, mi ha scioccato; io e il mio team siamo tutti sconvolti” ha detto Heinz Beck, il pluripremiato chef del Rome Cavalieri, primo maestro d’arte per Narducci. Alessandro, ricorda Beck, “aveva lavorato con me al ristorante Dubai Social. L’ho promosso sous chef perche’ era serio, professionista e professionale. Una persona carina che trovava sempre tempo per tutti. Un collega molto amato dunque, una persona adorabile per tutti. Piangeva quando lascio’ la mia brigata a Dubai, ma era stato chiamato da Angelo Troiani per sostituire Giulio Terrinoni. Tornava a casa, tornava in famiglia e alla cucina di mare, ma piangeva la compagnia, la prima esperienza importante, il primo rito di passaggio”. Sull’incidente stradale lo chef Beck precisa che ”bisogna capire cosa e’ successo, la dinamica dello scontro. Io non bevo – continua Beck – e non pratico eccessi, perche’ in questo mestiere la concentrazione e’ tutto: non bisogna trascurare nessun dettaglio. Ma posso dire che Alessandro era una persona seria, e tutti noi cuochi lavoriamo nottetempo, e’ routine rientrare a casa alle due di notte. Mi manchera’ questo amicone di tutti”.

Angelo Troiani, lo chef-imprenditore dell’Acquolina che ha creduto da ultimo in Narducci condividendo trasloco e definizione di un giocoso menu tutto giocato sui camouflage – iconico il piatto dei finti sassi di mare che restituivano il sapore piu’ autentico del pomodoro e dell’olio extravergine di qualita’ – oggi non trova parole di commiato. Ma, con lo staff dell’Acquolina e del bistrot in terrazza Acquaroof, fa sapere: ‘Oggi, venerdi’ 22 giugno 2018, siamo racchiusi nel dolore per la scomparsa del nostro chef Alessandro Narducci e di Giulia Puleio. Il nostro sostegno va alle famiglie, alla fidanzata Deborah, agli amici e a tutto lo staff”.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/06/24/addio-ad-alessandro-narducci-giovane-chef-stellato
Twitter