fbpx

Lifeline a Salvini: ‘a bordo esseri umani,non pezzi di carne’

Print Friendly, PDF & Email

Nave sempre bloccata, scontro Tninelli-Ministro Malta. Dalla nave Lifeline un tweet a Salvini, ‘a bordo ci sono esseri umani. Non pezzi di carne. Venga a trovarci’. Il ministro dell’interno di Malta: da Italia vera disumanita’. Gli risponde Danilo Toninelli, non coordinavamo Lifeline, abbiamo salvato vite, chi e’ disumano?. Il premier spagnolo Sanchez definisce ‘egoista’ il governo italiano per le politiche anti-europee. E intanto sono circa mille i migranti su diverse imbarcazioni nei cui confronti sono in atto delle operazioni di soccorso al largo della Libia. Open Arms dice: lanciati messaggi da Guardia Costiera ma a noi non ci vogliono. ‘In questo momento piu’ di 1000 persone sono alla deriva su 7 barche, e l’Italia pretende di lasciarli nella mani della Libia, dove si torturano le persone. Barcellona si offre come porto sicuro’, scrive la sindaca Ada Colao. Salvini ribatte, basta ong voraci, i libici facciano il loro lavoro.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ieri su Twitter aveva scritto: “Certe navi si devono scordare l’Italia, stop al business dell’immigrazione clandestina! La musica è cambiata, io ce la metto tutta”. Oggi la Lifeline twitta: “Caro Matteo Salvini, non abbiamo carne a bordo, ma esseri umani. Vi invitiamo cordialmente a convincervi che sono le persone che abbiamo salvato dall’affogare. Vieni qui, sei il benvenuto”. Il post è stato diffuso anche su Facebook. La nave Lifeline si trova ancora al largo di Malta. A bordo ci sono 239 persone, tra cui 14 donne e 4 bambini, salvati vicino alla costa libica. L’organizzazione ha detto di aver ricevuto cibo e acqua potabile da Malta, oltre a medicine e coperte da altre due navi tedesche, la Sea-Eye e la Sea-Watch.

“Abbiamo bisogno di una soluzione per queste persone! Abbiamo bisogno di un porto di sicurezza e di almeno uno stato nell’Unione europea che si assuma la responsabilita’ in questo momento”, twitta la Ong LIFELINE, pubblicando la foto dei migranti a bordo e di una imbarcazione della Guardia costiera, mentre e’ in corso il vertice di Bruxelles.

“Durante il summit sulla migrazione, SeaWatch chiede con forza agli Stati membri di intervenire con una soluzione immediata per le persone a bordo di Lifeline e di Alexander Maersk, e porre fine a questa omissione di soccorso istituzionalizzata”. Cosi’ twitta la Ong Lifeline postando un suo comunicato in cui spiega che sono “necessarie soluzioni umanitarie immediate” e che in attesa della riforma del Regolamento di Dublino “si consideri il ricorso all’articolo 17 dello stesso, come misura di urgenza che prevede la possibilita’ di concedere visti umanitari”.

Danilo Toninelli polemizza con il ministro dell’Interno maltese, su twitter il ministro dei Trasporti e delle infrastrutture scrive: “Ricordo al ministro dell’Interno maltese che l’Italia non coordinava l’operazione Lifeline. In più negli ultimi 4 anni la nostra Guardia costiera ha salvato nel Mediterraneo ben 600mila vite umane. Molte di più di Malta e di tutti gli altri paesi Ue. Ora mi dica chi è disumano!?”

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/06/24/lifeline-a-salvini-a-bordo-esseri-umaninon-pezzi-di-carne
Twitter