fbpx

Mezz’a via” Vie d’uscita dal fenomeno delle ” Baby gang

Print Friendly, PDF & Email

Presso l’orto botanico di Napoli, con sede a Via Foria, a sei mesi dall’aggressione subita da un 17 enne, su quella Via, La Fondazione con il Sud ,  presieduta da Carlo Borgomeo e l’associazione ” Artur ” si è discusso sulla ” Mezz’a via” Vie d’uscita dal fenomeno delle ” Beby gan” con il Presidente della Camera On. Roberto Fico ,  ( Intervistati da Franco Nacucchi del corriere nazionale); 

Il Presidente della Camera, On. Roberto Fico, in riferimento al  problema della devianza  giovanile, ha detto che è necessario più ” Attenzione speciale e non leggi speciali” Bisogna creare un’attenzione mediatica costante su questi fenomeni” ” saremo ipocriti ad indicare una sola soluzione” Ogni volta che c’è la repressione deve seguire

 una fase di educazione, formazione, di scolarizzazione e presidio culturale sul territorio. Dobbiamo riuscire ad occupare come Stato i vuoti che sono oggi liberi e terra di nessuno: vuoti esistenziali, familiari e delle periferie.  e

Il Presidente della Fondazione con il Sud, Carlo Borgomeo, conoscitore delle esigenze di molte zone dell’ Italia Meridionale, ha proposto di fare partire subito un bando per la creazione di centri di aggregazione giovanile per evitare gli adolescenti dalla strada. Bisogna ricostruire il capitale sociale, creare sviluppo occupazione, con più informazione, formazione per una concreta occupazione. 

Il Presidente della Fondazione con il Sud Carlo Borgomeo, intervistato da Franco Nacucchi, ha evidenziato l’importanza di approfondire, dalla dispersione scolastica alle beby gang, con una politica della responsabilità di comunità sul tema dei fenomeni della devianza givoanile: I Centro di aggregazione come risposta concreta e sostenibile, che attraverso la musica, l’arte, lo sport, il fare e il dialogare, tolgono letteralmente i ragazzi dalla strada ( a volte lasciandoli nelle vie, perchè anche il vicolo è un luogo in cui crescere), sottraggono manovalanza  a basso costo alle mafie e propongono ai ragazzi modelli educativi e culturali alternativi, ma non impossibili? quanto costa , non solo economicamente , invece alla collettività ” recuperare e rieducare i ragazzi che sono ormai entrati nei circuiti penali? Va precisato che la soluzione di centri di aggregazione giovanile risponde anzitutto a un problema di diritti negati e di disuguaglianza inaccettabili in un paese civile. Specialmente al Sud, però, le questioni sociali incidono sui percorsi di sviluppo economico. Un segnale drammaticamente rilevante, ma altrettanto sottovalutato, è ad esempio la dispersione scolastica che in determinate aree raggiunge soglie impressionanti . 

Fra le autorità presenti, il prefetto Carmela Pagano ( già Prefetto a Bari ), l’assessore alla sicurezza urbana di Napoli, Franco Roberti, l’assessore all’istruzione Anamaria Palmieri, che ha evidenziato l’aumento dei casi di dispersione scolastica, e a questo proposito  ha proposto che ” Occorre una cabina di regia unica per gestire questa problematica” . 

Ha collaborato per la buona riuscita del convegno, la redazione@fondazionesinapsi.it , che fra le varie sedi in Italia, oltre alla sede di Napoli ha sede anche a Matera Fondazione Sinapsi Via IV Novembre, 12

Si apprende, dalla Fondazione per il Sud, risorse per rianimare edifici abbandonati, sia in Campania,  anche in Puglia, dall’antica sede del municipio di Atella di Napoli, un mulino con frantoio del XIII secolo in provincia di Salerno, la Fondazione con il sud, si propone di recuperare e valorizzare i beni in disuso nell’Italia meridionale.

In alcune zone anche in Puglia, si stanno trasformando alcuni contenitori vuoti o abbandonati in autentici generatori di valore, tramite la ” Fondazione per il Sud ” 

Franco Nacucchi 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/07/01/mezza-via-vie-duscita-dal-fenomeno-delle-baby-gang
Twitter