fbpx

Tempo di saldi estivi

Print Friendly, PDF & Email

 

Il tanto atteso periodo dei saldi è finalmente arrivato. Le vetrine dei negozi espongono cartelli con indicazioni di prezzi super scontati. In Puglia i saldi sono cominciati dal 7 Luglio e dureranno fino al 15 settembre. In altre regioni come l’Abruzzo saranno più brevi e termineranno già il 29 di agosto. Addirittura in Sicilia sono già iniziati dal primo Luglio.

I sindacati dei consumatori hanno già dichiarato che i comportamenti e le abitudini delle famiglie italiane nei confronti dei saldi sono cambiate. Un tempo l’arrivo dei saldi rappresentava l’occasione per fare dei veri e propri affari a prezzi vantaggiosi. Si acquistava tanta roba di qualità. I saldi diventavano anche l’occasione per rimodernare il guardaroba. Oggi invece il commercio on line promuove prezzi convenienti in qualsiasi periodo dell’anno a portata di click da pc, smarthphone e tablet.

I commercianti sono molto sfiduciati da questo andamento. Ecco perché mentre in passato nei primi giorni di saldi regnavano solo il 20% e il 30% di sconto. Oggi già dai primissimi giorni assistiamo a prezzi scontati del 50% per poi raggiungere persino il 70% a metà periodo.

In questa fase di crisi economica non ci si può lasciare sfuggire l’occasione di promuovere la vendite efficienti e sperare in un rialzo di esse. Durante i saldi si approfitta di comprare a prezzi vantaggiosi i capi di lusso, firmati o overgreen. Le fashion addicted ,infatti, consigliano per quanto riguarda l’abbigliamento, di acquistare capi che possono essere sfruttati anche l’anno prossimo.

Bisogna però fare attenzione alle truffe e ai raggiri che dilagano in questo periodo. Molti commercianti propongono a saldo merci di magazzino e questo non va bene. Il saldo deve essere applicato solo sulla merce della collezione attuale. I cambi possono essere effettuati anche sulla merce in saldo. In mancanza del capo specifico si può sceglierne un altro oppure pretendere il rimborso del costo. Ci sono due mesi di tempo per restituire la merce non sette o otto giorni come espongono certi negozi.

I Codacons consigliano inoltre di controllare sempre il cartellino del prezzo che deve indicare per legge il prezzo originario del capo, la percentuale di sconto applicata e il prezzo scontato. In mancanza di uno di questi elementi c’è da preoccuparsi perché non c’è trasparenza e chiarezza. Il consumatore ha diritto di avere questo tipo di informazioni. Al di là di truffe e raggiri il nostro consiglio è quello di andare in giro per saldi già con le idee chiare e una lista di cose da acquistare così non rischierete di assecondare l’istinto che spinge ad acquistare capi inutili o già posseduti. Se sapete già cosa volete non sarete nemmeno preda dell’influenza dei commessi e commercianti.

Mariangela Cutrone

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/07/12/tempo-di-saldi-estivi
Twitter