fbpx

Pd: Martina vara la nuova segreteria, con Cuperlo e Madia

Print Friendly, PDF & Email

Mauri coordinatore, nessun vice. Calenda, e’ un harakiri

Il segretario Pd Martina ufficializza la nuova segreteria nazionale, con coordinatore Matteo Mauri, deputato dell’area che fa capo a Martina e composta, fra gli altri, da Pietro Barbieri (Terzo Settore) Gianni Cuperlo (Partecipazione, Riforme, alleanze), e Marianna Madia (Comunicazione). Piero Fassino continuera’ a rappresentare il Pd nella presidenza del Pse e a curare i rapporti con il gruppo europarlamentare e le organizzazioni della famiglia socialista.

A una settimana dall’elezione di Maurizio Martina alla segreteria del Pd fino alle prossime elezioni primarie e conggresso che dovranno precedeere le eleziooni europee 2019 Carlo Calenda, ministro tecnico degli ultimi governi a guida Pd e neoiscritto al Pd all’indomani della sconfitta elettorale, chiede pubblicamente all’ex premier Paolo Gentiloni di “scendere in campo e dire che l’ora di ricreazione è finita”, dando vita a una “leadership collegiale” del partito e a un “governo ombra” dell’opposizione che da Matteo Renzi a Marco Minniti recuoperi le forze migliori del suo governo. Calenda, in una intervista a Repubblica, definisce la leadership Gentiloni per il Pd “la più credibile e popolare di ogni altra”, auspicando la disponibilità di Matteo Renzi a “abbandonare la sindrome del bunker” e a mettere “la sua enorme energia ed esperienza a disposizione degli altri”. Il neo segretario Martina, per parte sua, nella tarda serata di ieri ha varato la nuova segreteria del Nazareno che guiderà con lui il partito fino a primarie e congresso del prossimo anno. Una squadra che vede rappresentate tutte le diverse componenti dem, fra membri nominati e di diritto. Mentre nei prossimi giorni saranno nominati i nuovi responsabili tematici e dei dipartimenti naziona La nuova segreteria è formata da Pietro Barbieri, già Portavoce del Forum nazionale del Terzo Settor, quale responsabile di Welfare e Terzo Settore; Teresa Bellanova del Mezzogiorno; Francesco Boccia delle Imprese; Gianni Cuperlo di Riforme, alleanze, partecipazione; Gianni Dal Moro dell’ Organizzazione; Stella Bianchi dell’ Agenda 2030 e sostenibilità; Chiara Gribaudo di Lavoro e Professioni; Marianna Madia della Comunicazione; Andrea Martella di Infrastrutture e trasporti; Tommaso Nannicini del Progetto Partito e Forum Nazionale; Lia Quartapelle di Esteri e Cooperazione; Matteo Ricci di Enti locali e Autonomie; Marina Sereni del Diritto alla Salute; Mila Spicola del Contrasto a povertà educativa. Partecipano inoltre alla segreteria di diritto i capigruppo di Camera e Senato Graziano Delrio e Andrea Marcucci, il Presidente dell’Assemblea nazionale Matteo Orfini, il referente dei segretari regionali Alessandro Alfieri. Piero Fassino, infine, continuerà a rappresentare il PD nella Presidenza del PSE e a curare i rapporti con il gruppo europarlamentare e le organizzazioni della famiglia socialista.

“Non è una segreteria è un harakiri”. Lo scrive su twitter Carlo Calenda sulla nuova segreteria dem annunciata ieri da Maurizio Martina. “Oramai siamo alla farsa. Prima vanno dietro a Emiliano e nominano Boccia e poi si fanno dire di no da Emiliano. Che però promette eterna lealtà. L’unica cosa seria da fare è azzerare la segreteria e chiamare un congresso subito”.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/07/14/pd-martina-vara-la-nuova-segreteria-con-cuperlo-e-madia
Twitter