Sport

Bari all’epilogo – giornata non adatta ai deboli di cuore

Fino a mezzanotte passata sembrava che la ricapitalizzazione fosse cosa fatta grazie all’interessamento del Presidente della Mp&Slilva Andrea Radrizzani, nonché patron del Leeds, e di Ferdinando Napoli, ingegnere fondatore e Presidente di Edilportale, una sorta di Amazon specialistico per professioni legate all’edilizia, tutto sembrava ormai chiuso con la promessa da parte dei due di intervenire economicamente (50% Radrizzani e 20% Napoli) sin da domani mattina presto, con una lettera di invito da parte dl Sindaco Decaro che invitava Giancaspro alle ore 10 in Comune per ratificare la trattativa, quando a mezzanotte e mezzo lo stesso patron biancorosso ha diramato un comunicato stampa dove, pur apprezzando tutta l’operazione, ha ribadito l’invito a versare gli importi tramite un bonifico bancario urgente entro le ore 10 di domani mattina affinché si potesse procedere ad eseguire i vari pagamenti dell’F24, dei versamenti Inps, Irpef, Iva e quant’altro, senza dimenticare gli ottocentomila euro necessari per l’iscrizione al torneo, il tutto accompagnato dal ricorso urgente da inoltrare alla Covisoc. Insomma, una lotta contro il tempo.

Sussiste, quindi, la volontà di chiudere la pratica anche perché ci sono sicuramente i soldi di Radrizzani e di Napoli nonostante qualche dettaglio ancora da decodificare. Parallelamente, come si era intuito in serata, il Presidente, apparso nel comunicato abbastanza irato, non si dà ancora per vinto facendo capire che sta continuando a cercare soldi con cui coprire il 70% rimanente. Pare, addirittura, che abbia rassicurato la squadra in ritiro sull’esito positivo della trattativa, dunque in uno modo o nell’altro, secondo quanto interpretato, il Bari dovrebbe farla franca. Infine oggi i due imprenditori capiranno se ricapitalizzare dopo aver tirato la proverbiale linea. Di certo quella di oggi sarà una giornata poco raccomandata ai deboli di cuore. O si fa il Bari o si nuore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE