fbpx

Leghe sportive contro il decreto dignità del ministro Di Maio

Print Friendly, PDF & Email

Le Leghe sportive italiane auspicano l’adozione di nuove misure collegate al divieto pubblicità e soprattutto sponsorizzazioni delle aziende del gioco: «Rispettosi dell’attuale fase di dibattito parlamentare le Leghe firmatarie auspicano che il Parlamento individui le soluzioni idonee a mitigare gli effetti avversi e non voluti della norma sullo sport italiano». Leghe sportive contro il decreto dignità – «Lega Serie A, Lega Serie B, Lega Basket Serie A e Lega Pallavolo Serie A Maschile e Femminile desiderano unanimemente esprimere le valutazioni e le preoccupazioni del mondo sportivo italiano in merito alla norma attualmente in discussione presso la Camera dei Deputati che vieta la pubblicità e le sponsorizzazioni per giochi e scommesse con vincite in denaro (conversione del Decreto Legge 12 luglio 2018, n. 87)». Inizia così il comunicato congiunto di diverse leghe sportive italiane in merito al tanto discusso decreto dignità.

«Condividendo l’importanza dell’obiettivo di lotta all’azzardopatia fissato dal Governo – prosegue la nota –,  le rappresentanze sportive sottolineano che il divieto assoluto di pubblicità avrà un impatto negativo sul futuro del sistema sportivo italiano limitando le risorse a disposizione non solo del mondo professionale, ma anche dell’indotto e delle componenti amatoriali, riducendo parimenti la competitività internazionale delle nostre squadre». – si legge nel comunicato congiunto.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/07/24/leghe-sportive-contro-il-decreto-dignita-del-ministro-di-maio
Twitter